Giovedì 25 Luglio, aggiornato alle 13:57

Venerdì scorso si è tenuto il terzo Incontro Tematico presso la Fondazione Laconi

Venerdì scorso si è tenuto il terzo Incontro Tematico presso la Fondazione Laconi

“Hanno dialogato con il pubblico in sala Ninni Tedesco Calvi, già docente di Lettere negli Istituti superiori e giornalista, e Andrea Zoccheddu, docente di informatica. La prima parte della discussione ha affrontato il tema del significato di fare scuola nella società della tecnica, chiarendo i significati di scienza, tecnica e tecnologia. La seconda parte è stata incentrata su un’analisi dei dati rilevati nell’ultimo triennio con confronto tra la realtà sarda e le altre realtà, delle isole, del mezzogiorno, dell’Italia e dell’Europa. Ne è emerso un quadro dalle molte sfumature, ma con ampie zone di grigio, che vede la Sardegna in difficoltà non solo per quanto riguarda la parte della popolazione che consegue titoli di studio alto e medio-alto, ma anche rispetto alle competenze raggiunte in termini di alfabetismo e di comprensione numerica. La mancanza di una legge quadro regionale che definisca le priorità della scuola nell’Isola, le carenze di servizi nei centri interni minori, la riduzione delle autonomie scolastiche sono i fattori che determinano una criticità del sistema scuola, a cui si aggiunge una totale indifferenza verso l’importanza dell’insegnamento del sardo nelle scuole (affidata alla buona volontà delle singole scuole) e una fosca visione del futuro lavorativo e sociale nel contesto sardo. Note positive sono emerse per la qualità della didattica del sostegno, rivolta ai portatori di disabilità, ed alla crescente consapevolezza sull’importanza di fare rete tra le diverse realtà locali”, conclude la nota della Presidente dell’Associazione Punta Giglio Libera Elena Pittau.

nella foto Ninni Tedesco Calvi


Condividi:


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi