Martedì 16 Luglio, aggiornato alle 22:16

I fratelli Budroni “ I B. Brothers “ di nuovo insieme con due progetti musicali

I fratelli Budroni “ I B. Brothers “   di nuovo insieme con due progetti musicali

I classici del ‘900 e la musica gallurese degli anni ‘60, rivisitata con nuovi suoni e arrangiamenti .

I fratelli Giovanni e Giantore Budroni, “ I B. BROTHERS “ musicisti che non hanno certo bisogno di presentazioni, oggi, dopo più di trent’anni, tornano sulla scena musicale con due progetti originali e di grande impatto culturale.

La musica gallurese degli anni ‘60

Questi due progetti, frutto di una geniale intuizione di Giovanni, sono nati l’anno scorso e ora, grazie alla rivisitazione musicale insieme al fratello Giantore, sono pronti al decollo. Il primo progetto è dedicato alla rivisitazione in chiave moderna i brani di Vittorio Inzaina, primo cantante sardo a partecipare al Festival di Sanremo secondo sul podio posto con Iva Zanicchi, e di Pino D’Olbia conosciutissimo negli anni sessanta per le sue canzoni in gallurese come “ Ajo Ajo” e “Welcome to Costa Smeralda” scritte dal Maestro Astro Mari, compositore olbiese di grande successo negli anni sessanta.  Un’idea originale per valorizzare e contestualizzare la musica gallurese e sarda, non con i suoni degli anni ’60, ma con arrangiamenti attuali.

Il gruppo

Il gruppo sarà composto oltre che dai fratelli Budroni (Giovanni sax e clarinetto e Giantore pianoforte e tastiere), anche dalla maestra Alessia Zuddas ( laureatasi recentemente presso il Conservatorio di musica di Sassari ), dalla giovanissima e talentuosa cantautrice Iside Zucconi, (che ha appena pubblicato il primo singolo prodotto da Kidd Reo), da Gavino Serreri ( alle chitarre),  e da Roberto Cittadini (batteria e percussioni ), chiude il gruppo  il maestro Gianni Gadau ( basso e contrabbasso ).

I Classici del ‘900

Il secondo è un progetto musicale acustico dal titolo “ I Classici del ‘900 ”, composto di piano, sax e voci (2 maschili e due femminili), le cui protagoniste, oltre ai fratelli Budroni, saranno le già citate vocalist Alessia Zuddas e Iside Zucconi.

 

Le dichiarazioni dei protagonisti

L’idea è scaturita  da una riflessione legata al  “ Premio Vittorio Inzaina” di Telti di cui sono direttore artistico”, racconta Giovanni, e spiegaHo coinvolto mio fratello, consapevole del fatto che fosse la persona più idonea con cui realizzare in chiave moderna  classici musicali di tale spessore, per proporli ad un pubblico attento . Sarà un repertorio di nicchia, adatto a teatri, chiese e scuole, le cui esecuzioni saranno debitamente presentate, raccontandone la storia, per sottolinearne l’aspetto culturale e identitario che ci siamo proposti di perseguire e valorizzare”.

Un progetto culturale a 360 gradi, per esaltare la cultura musicale locale e non dimenticare la lingua gallurese. Gli arrangiamenti studiati dai “ B. Brothers” (cosi qualcuno ha definito i fratelli Budroni), spaziano dal latin, alle più recenti ritmiche moderne, passando per il jazz e il blues. I Classici del ‘900  saranno invece reinterpretati, esclusivamente in acustico. Si tratta di brani che hanno fatto la storia della musica napoletana e italiana oltre che dei classici internazionali, come Reginella, Malafemmena, per arrivare a Pino Daniele. Anche in questo caso, un repertorio che ben si presta a essere ascoltato da intenditori. “Infatti”, commenta Giovanni , “non escludo una partecipazione nel prossimo febbraio   a “Casa San Remo Live Box 2025 ” durante i giorni del festival di Sanremo. Giantore conclude  dicendo : “Credo in questi progetti e nel loro successo perché penso che la Gallura sia finalmente pronta culturalmente per recepire e apprezzare l’antico che si fa moderno e contemporaneo, pur mantenendo il suo elevato valore artistico tradizionale. I brani che abbiamo scelto hanno caratteristiche che permettono di sbizzarrirsi con la fantasia e la creatività e ben si prestano ad arrangiamenti  in chiave attuale, con un risultato per nulla scontato”.


Condividi:


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi