Giovedì 25 Luglio, aggiornato alle 15:22

Azione Universitaria esprime soddisfazione per l’approvazione del Decreto Legge Elezioni

Azione Universitaria esprime soddisfazione per l’approvazione del Decreto Legge Elezioni

Azione Universitaria esprime soddisfazione per l’approvazione del DL. Elezioni. Lo dichiarano due giovani esponenti in una nota stampa che dice ancora:
La Camera dei deputati, durante la seduta del 21 Marzo, ha approvato la conversione in legge del D.L elezioni, che include una misura di grande rilevanza per gli studenti fuori sede: la possibilità di votare, per le prossime elezioni europee, nella regione dove studiano, anziché nel comune di residenza.

Ecco cosa prevede la Legge  (LEGGI) : L’articolo 1-ter introduce in via sperimentale la possibilità da parte degli studenti fuori sede di votare nel luogo di domicilio, con esclusivo riferimento alle elezioni europee del 2024. La disposizione riguarda gli elettori che sono temporaneamente domiciliati, per un periodo di almeno 3 mesi nel quale ricade la data di svolgimento delle elezioni, in un comune italiano situato in una regione diversa da quella di residenza. Se il comune di domicilio appartiene alla medesima circoscrizione elettorale in cui ricade il comune di residenza gli studenti possono chiedere di votare nel comune di temporaneo domicilio. Se invece si trova in una circoscrizione diversa possono votare nel comune capoluogo della regione in cui è situato il comune di temporaneo domicilio. In questo ultimo caso il voto è espresso per le liste e i candidati della circoscrizione di appartenenza dell’elettore ed è esercitato presso sezioni elettorali speciali appositamente istituite.

Azione Universitaria, associazione che si batte per i diritti degli studenti- si legge nella nota –  ha espresso grande soddisfazione per l’approvazione della legge. “L’introduzione del voto nella regione di studio per gli
studenti fuori sede rappresenta un nuovo capitolo per la partecipazione democratica in Italia.

 “Questa legge è una vittoria per tutti gli studenti fuori sede che da anni chiedevano di poter votare nella regione dove studiano”, ha dichiarato Alessio Auriemma ( foto), rappresentante di Azione Universitaria. “Finalmente il loro diritto al voto sarà pienamente garantito”.


Condividi:


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi