Domenica 21 Luglio, aggiornato alle 17:59

VIDEO – Lo spettacolo targato Alghero Marathon è andato in scena Domenica a Maria Pia: ” Campestre in Riviera, 200 in pista, i runner di domani”

VIDEO – Lo spettacolo targato Alghero Marathon è andato in scena Domenica a Maria Pia: ” Campestre in Riviera, 200 in pista,  i runner di domani”

Volge al termine la stagione regionale della corsa campestre. Domenica 24 marzo calerà il sipario per le gare lungo gli sterrati con la prova provinciale al Fausto Nove di Olbia ed il cross di San Giovanni dei Fiori organizzato dalla Asd Polisportiva Runners Oristano nell’area attorno all’area dell’omologa chiesetta. Il calendario della corsa campestre sarda verte sul Festival del Cross che nel 2024 ha avuto le tappe di Villacidro, Cagliari, Terralba, Arbus e Ozieri e gli appuntamenti classici quali il trofeo Epifania a Dolianova, il rinomato trofeo di Alà dei Sardi ed il cross Nuraghe Ugolio a Nuoro.

A questi, a livello giovanile, si è aggiunta la Campestre in Riviera che dopo il debutto nel 2019 quest’anno è tornata in agenda con l’obiettivo di avere una collocazione fissa a ridosso della primavera. Domenica scorsa quasi duecento giovani di tutte le società podistiche provinciali hanno ravvivato la pineta di Maria Pia dove erano in palio i titoli provinciali esordienti, cadetti/e, ragazzi/e. Andrea Marras, portacolori della società organizzatrice Alghero Marathon, è campione provinciale nella categoria ragazzi (under 14) precedendo sui 1000 metri Andrea Fois (Ichnos Sassari) e Nicolò Muroni (Shardana Sassari).

Nell’equivalente gara femminile, medesima distanza, Laura Delogu (Ichnos Sassari) ha fatto suo il titolo avendo la meglio di Carola Olivieri (I Guerrieri del Pavone) e Francesca Are (Cus Sassari). Salendo di categoria tra i cadetti (under 16) Riccardo Onida (Atl. Porto Torres) ha preceduto sui 2000 metri Matteo Sale (Podistica Sassari) e Francesco Bogdan Petroccia (Atl. Luras). Giorgia Piu vince in titolo cadette (1000 metri) davanti ad Aurora Stangoni (I Guerrieri del Pavone) e sulla compagna di squadra Chiara Santamaria.

Gli ultimi due titoli provinciali di cross erano riservati agli esordienti A (600 metri) vinti rispettivamente da Pietro Grabesu e Giorgia Luridiana. Gli altri piccoli bluerunners in gara sono stati Lara Ortu, Giulia e Giorgia Loriga, Maya Salis, Letizia Madau, Angela Pireddu, Enrico e Rossella Demurtas, Berlandecia Cossu, Arianna Casà, Marco e Davide Idini, Gabriele Di Fiore, Andrea Cuccu, Fabio Cambuli, Samuele Merella, Dario Ibba, Salvatore Akumo, Gabriele Manca, Samuel Martinez, Ruben Gallus, Gabriele Mureddu, Sonia Peana.

Alghero Marathon al gran completo per garantire il pieno successo della manifestazione. Oltre ai partecipanti presenti un altissimo numero di genitori e parenti che hanno gremito la pineta di Maria Pia.

Sempre in tema di corsa campestre sono stati Claudio Solla ed Elsa Farris i vincitori della 42ma Marcialonga del Carciofo disputata a Samassi lungo i 9300 metri del tracciato misto che dal campo di atletica ha portato i concorrenti nelle strade attorno ai carciofeti del comune campidanese. Podio M75 per Palmiro Concas. E’ stato, infine, il fine settimana del trail del Marganai. Per la quinta edizione si è trattato di un viaggio affascinante lungo tragitti che passano tra villaggi minerari abbandonati e bellezze naturalistiche e archeologiche, toccando i territori di Buggerru, Fluminimaggiore, Iglesias e Domusnovas. Nella 25km con dislivello positivo di 750 metri Antonio Patta è 73mo (3h06’) mentre Massimiliano Verde ha preso parte alla massacrante 95km (dislivello 4600 metri) portata a termine in poco più di sedici ore.

 

Courtesy Marcello Moccia per Alghero Marathon


Condividi:


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi