Giovedì 20 Giugno, aggiornato alle 17:07

Vincice Lecis presenta “L’Alternos” al Premio Lussu. Venerdì a Cagliari tra le Anteprime della X edizione del festival letterario

Vincice Lecis presenta “L’Alternos” al Premio Lussu.  Venerdì a Cagliari tra le Anteprime della X edizione del festival letterario

Vincice Lecis presenta “L’Alternos” al Premio Lussu . Venerdì a Cagliari tra le Anteprime della X edizione del festival letterario. Il nuovo romanzo edito da Condaghes è dedicato ai moti antifeudali sardi. Online il bando di concorso per opere di Narrativa, Saggistica e Narrativa a fumetti con scadenza 1 giugno 2024

 

CAGLIARI. La penna di Vindice Lecis continua a regalare piccoli scrigni letterari facendo conoscere i momenti più significativi della storia di Sardegna attraverso lo sguardo di protagonisti invisibili. L’infaticabile giornalista e scrittore sassarese ritorna in libreria con “L’Alternos”, un avvincente romanzo storico edito da “Condaghes” in cui l’atmosfera della rivoluzione antifeudale sarda di fine Settecento rivive, capitolo dopo capitolo, nel racconto degli avvenimenti e delle personalità che l’hanno caratterizzata.

L’opera sarà presentata in prima assoluta a Cagliari venerdì 15 marzo alle 17.30, nella sala conferenze della Fondazione di Sardegna in via San Salvatore da Horta 2, tra le Anteprime della decima edizione del Festival Premio Emilio Lussu.

L’assalto francese, la cacciata dei piemontesi, i moti antifeudali nelle ville, l’assedio di Sassari, il trionfo e la sconfitta di Angioy rappresentano solo alcuni degli episodi narrati nel libro, che l’autore introdurrà di persona nel corso della presentazione dialogando con Vito Biolchini. Classe 1957, Lecis ha lavorato per 35 anni nel Gruppo editoriale “L’Espresso” ed è stato al contempo un prolifico autore di testi a carattere storico letterario.

“L’Alternos” prende il titolo dalla carica assegnata all’uomo simbolo dei moti rivoluzionari, Giovanni Maria Angioy, il leggendario giudice della Reale Udienza che, assieme a personaggi come Mundula, Cillocco, Obino, Muroni e altri, diventa il più tenace oppositore delle ingiustizie e delle vessazioni feudali.

Tra i protagonisti del romanzo trova spazio il sanculotto bonese Antonio Arras, testimone dell’ondata di ribellione che agita l’isola da un Capo all’altro e vede coinvolto ogni strato della popolazione. Mentre i giovani braccianti delle campagne e dei villaggi sono costretti a cedere i proventi del lavoro agli impietosi feudatari, la borghesia di Cagliari chiede che i sardi prendano parte alle cariche pubbliche e i printzipales logudoresi si schierano al fianco dei lavoratori per l’abolizione di un sistema disumano.

Il Festival Premio Emilio Lussu è organizzato dall’associazione culturale L’Alambicco con il sostegno della Regione Sardegna e del comune di Cagliari, e ha aperto le domande al bando di concorso per la narrativa e saggistica edita e la narrativa edita a fumetti. La scadenza per la presentazione delle candidature è fissata per le ore 24 di sabato 1 giugno 2024. Il bando è consultabile e scaricabile sul sito dedicato al Festival cliccando sul link https://festivalpremioemiliolussu.org/festival-premio-emilio-lussu-x-edizione-2024-bando-di-concorso/

 


Condividi:


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi