Venerdì 19 Luglio, aggiornato alle 21:53

Città allo sbando con interminabile lista di incompiute. “Ben tornata Alghero” ha illuso e deluso. Alghero merita di meglio

Città allo sbando con interminabile lista di incompiute. “Ben tornata Alghero” ha illuso e deluso. Alghero merita di meglio

“Le dimissioni del Presidente della V^ commissione consiliare Ambiente Cristian Mulas è a nostro avviso solo la punta dell’Iceberg, il fallimento e il malessere che cova all’interno del centro destra Sardo leghista in città è risaputo da tempo e coinvolge tutta la coalizione nessuno escluso” è l’inizio di una nota a firma del Capogruppo del Pd in Consiglio Comunale Mimmo Pirisi, che prosegue:

Oggi assistiamo ad uno scarica barile,  oltre che ad un fuggi fuggi ,  da parte di chi fino a ieri ma anche oggi,  continua a governare la città in tutte le sue articolazioni. Intanto la città è sempre più allo sbando, con una interminabile lista di incompiute, con lavori pubblici al palo, come la circonvallazione, l’ex cotonificio, la  piscina comunale, la casa comunale via Columbano solo per citarne alcuni, con una viabilità ingessata e con strade impercorribili sia in città che in periferia,.

Strumenti urbanistici fondamentali non approvati è rinviati a altra data ed intanto a macchia di leopardo nascono come funghi senza una logica armoniosa e ragionata da chi si ha preso l’impegno disatteso di pianificare la citta tramite appunto strumenti urbanistici dimenticati e ancora fermi nelle stanze e sbandierati solo in campagna elettorale.

E  ancora un piano del commercio e di utilizzo degli spazi pubblici ancora nel cassetto e con la certezze di un’altra stagione estiva da far west. Appalti pubblici fondamentali non avviati e in regime di proroga, litorali in uno stato peggiore in cui si trovavano  5 anni fa , scuole che fanno acqua da tutte le parti,  quando piove, borgate dimenticate è considerate solo in campagna elettorale. E ancora carenza sempre più allarmante di alloggi popolari ( 5 anni senza costruire o acquistare un alloggio ) con un conseguente aumento dei canoni di affitto insostenibile per le famiglie mono reddito, e la fila ai servizi sociali e nelle graduatorie per case e aiuti è interminabile. In  più ci si mettono anche tutti I problemi negli Enti strumentali vedi Parco di Porto Conte oramai avviato al giusto commissariamento,  ma non solo il Parco anche gli altri non sono da meno è la situazione di sfascio è sotto gli occhi di tutti , evitare di parlare di quanto abbiamo inciso nelle grandi opere non di competenza comunale ma ricadenti nel comune tipo 4 corsie , ospedali o aeroporto,  dove non riusciamo neanche ad ottenere voli calibrati per l’inizio della nostra stagione turistica e la nostra voce risulta tenue e non determinante.  Non’ basta la buona volontà di qualche amministratore più o meno apicale è di qualche Presidente di commissione per riaddrizzare la barca , tra l’altro oramai deluso e svogliato.  Alghero ha bisogno di un vero cambiamento è di un taglio con il passato che possa riavvicinare le persone alla politica e alle istituzioni per fermare questo inesorabile non voto che anche nella nostra città sta raggiungendo quote del 50% dell’elettorato,  deluso anche dagli slogan,  del “ben tornata Alghero” che hanno illuso e allontanato di più gli algheresi dalle urne.

Ora è arrivato il tempo di amministratori responsabili e di una coalizione nuova, larga e coinvolgente, l’uomo solo al comando o solo un gruppetto ristretto al comando, abbiamo constatato che non risolvono i  problemi della nostra comunità. Oggi serve altro, serve unità e coesione, coinvolgimento, abnegazione, ,sacrificio è tanta ulmilta’.  I fenomeni, gli unti del signore li lasciamo agli altri, Alghero merita di meglio di un gruppo di svogliati amministratori, attenti più al proprio orticello e alla propria carriera politica che al bene comune” conclude il Capo gruppo PD Mimmo Pirisi

 


Condividi:


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi