Giovedì 30 Maggio, aggiornato alle 18:01

VIDEO – Pescatori dell’AMP senza risposte, Christian Mulas: la politica ha fallito, mi dimetto

VIDEO – Pescatori dell’AMP senza risposte, Christian Mulas: la politica ha fallito, mi dimetto

Il dramma dei pescatori algheresi è lo specchio del grado del valore che la politica oggi è in grado di dimostrare. La politica deve difendere i diritti dei cittadini : ha un dovere nei confronti della comunità. Oggi si è resa evidente la mancanza di responsabilità, il senso del mettersi al servizio della collettività. Quando mancano questi elementi essenziali significa che la politica fallisce. Vedere questi pescatori manifestare con preoccupazione, da oltre 8 mesi non possono pescare all’interno dell’Area Maina Protetta, fa capire che bisogna interrogarsi tutti sul significato profondo del nostro ruolo. C’è molta amarezza nel constatare lo stato di inerzia in cui ci si trova, e da Presidente della Commissione Ambiente non posso che trarre le dovute conclusioni annunciando le mie dimissioni da questo ruolo. Un ruolo che ho svolto con abnegazione e passione, spesso senza trovare riscontri. In questi 4 anni e mezzo ho lavorato tantissimo nell’organismo consiliare che presiedo per tentare di risolvere tantissime problematiche del territorio, convocando oltre 400 commissioni consiliari, affrontando i problemi della sanità, dell’ambiente, dell’igiene urbana, dei servizi cimiteriali ecc. Credo che bisogna essere coerenti e riconoscere il fallimento della politica e non certamente il mio personale, ma al cospetto di una serie infinita di istanze disattese, di proposte inascoltate, ritengo opportuno farmi da parte”.

Mulas getta la spugna, davanti all’ennesimo fallimento. Si prende tutta la Responsabilità politica e si fa da parte. Un gesto clamoroso da parte di chi in questi anni ha accompagnato ( con Mimmo Pirisi) questi lavoratori dentro l’istituzione Comunale. Li ha portati in commissione, li ha ascoltati sul molo del porto sotto la pioggia, ha preteso dal Parco e dal suo management il sostegno che poi è arrivato per 22 di loro, ora però c’è fame, c’è disperazione e Mulas ci mette la faccia, con un gesto clamoroso batte in ritirata, in quello stesso punto in cui due anni fa, disse ai  pescatori che li avrebbe sostenuti nella loro battaglia. Difficile dire ora se il gesto servirà, quel che è certo è che Christian Mulas lo ha detto alla folta rappresentanza di giornalisti e tv presenti davanti a Casa Gioiosa sede del parco di Porto Conte. E forse una scossa perché la politica reagisca e faccia quadrato per restituire a questi lavoratori della piccola pesca artigianale, la possibilità di portare a casa un pezzo di pane con il solo modo che sanno fare: pescando.

Nel video che vi proponiamo le parole della politica presente e la via d’uscita imboccata con una risoluzione che mira a far tornare quanto prima i pescatori in mare nell’AMP.


Condividi:


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi