Martedì 28 Maggio, aggiornato alle 22:26

Lavori nella Circonvallazione a rilento, ora creano disagi ai residenti, Christian Mulas chiede un controllo sullo stato dei luoghi

Lavori nella Circonvallazione a rilento, ora creano disagi ai residenti, Christian Mulas chiede un controllo sullo stato dei luoghi
“Intervengo su una segnalazione da parte dei residenti che abitano nella zona dove è sito cantiere della circonvallazione, dove gli stessi denunciano l’abbandono dei lavori oggi  sotto i nubifragi:
 Disagi per i residenti”, sono le parole di Christian Mulas capo gruppo dell’Udc in Consglio comunale e Presidente della V^ Commissione , che prosegue:
Arrivano le tanto attese piogge e portano anche tanti disagi nel sito, accentuati da lavori infrastrutturali che condizionano la vita dei cittadini. In particolare, come attestato dalla documentazione fotografica allegata, all’intersezione tra il cantiere della circonvallazione con la via Antoine de Saint Exupery, la situazione peggiora di ora in ora, con l’acqua piovana e di ruscellamento che si riversa abbondante negli scavi di cantiere. I residenti che abitano oltre il cantiere denuncia il capogruppo dello scudo crociato, per arrivare alle loro case, devono attraversare un tratto di sterrata costituito da solo fango, eroso da una parte e dall’altra da circa 2 metri di scavo, anch’esso su materiali incoerenti  fangosi e argillosi, senza nessuna massicciata o altro tipo di protezione che garantisca da possibili smottamenti. Eppure su quel tratto di sterrata, l’unico che colleghi alle abitazioni, transitano ogni giorno decine di veicoli, anche con bambini e persone anziane.
Ci si chiede se tutte le precauzioni, norme e misure di sicurezza, a tutela dell’incolumità dei residenti, siano state adottate, e perché proprio nei giorni di criticità meteorologica gli addetti della ditta esecutrice dei lavori parrebbe che non siano mai presenti sul luogo del cantiere, dove invece potrebbero dare assistenza ai residenti, in caso di necessità, e vigilare sulla tenuta delle opere sottoposte a stress idraulico.
Si richiede una verifica da parte degli uffici comunali competenti sullo stato dei luoghi, soprattutto in termini di agibilità, transitabilità e sicurezza” Chiude la nota il capogruppo dell’udc Christian Mulas.

Condividi:


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi