Giovedì 30 Maggio, aggiornato alle 18:01

Gli auguri di Confartigianato Sardegna alla neo Presidente della Regione Alessandra Todde.

Gli auguri di Confartigianato Sardegna alla neo Presidente della Regione Alessandra Todde.

Gli auguri di Confartigianato Sardegna alla neo
Presidente della Regione, Alessandra Todde. Mereu e Serra (Presidente
e Segretario): “Valuteremo l’operato di Giunta e Assemblea giorno per
giorno”.

Confartigianato Imprese Sardegna, a nome degli oltre 34mila
imprenditori artigiani sardi, invia gli auguri alla neo Presidente
della Regione Sardegna, Alessandra Todde per il lavoro che la
attenderà nei prossimi anni. Il Presidente e il Segretario di
Confartigianato, Fabio Mereu e Daniele Serra,

ricordano come la neo Governatrice abbia condiviso e sottoscritto le
priorità delle piccole imprese presentate dall’Associazione Artigiana
attraverso il “Manifesto” di Confartigianato Sardegna con il quale gli
artigiani sardi hanno chiesto alla politica regionale un solido e
tangibile sostegno all’Artigianato sardo, per posizionarlo al centro
delle strategie di sviluppo della Sardegna, con l’obiettivo di
riconoscere il ruolo cruciale dell’imprenditore artigiano. Il “patto”,
da onorare nel corso del mandato elettorale, comprende sette punti
chiave: trasporti e infrastrutture, credito e incentivi, energia,
innovazione tecnologica e digitalizzazione, lavoro e formazione, crisi
demografica e spopolamento, burocrazia e semplificazione
amministrativa. L’operato del futuro Presidente e del futuro Consiglio
Regionale, rispetto agli impegni, verrà monitorato dal team della
ChainFactory srl, spin-off accademico dell’Università di Cagliari
guidato dal Professor Alessandro Spano. Nell’incontro con
Confartigianato Sardegna, avvenuto a metà febbraio, la Todde, si
impegnò a sostenere lo sviluppo dell’artigianato, sottoscrivendo il
“Manifesto”, sottolineò come le imprese sarde, soprattutto quelle
artigiane, grazie alla loro capacità di innovare e di stare al passo
con le nuove tecnologie, nei prossimi anni potranno avere la
possibilità di competere con i mercati di tutto il mondo. Per questo
sarà fondamentale puntare sia sulle leggi di settore, sia sulla
formazione, condizioni che potranno permettere una solida crescita di
tutto il sistema imprenditoriale isolano.

“Siamo ottimisti rispetto al lavoro che ci sarà da fare anche se, non
lo nascondiamo, il percorso di crescita della Sardegna sarà irto di
difficoltà – affermano Mereu e Serra – ora aspettiamo di venir
convocati per un primo confronto, appena avverrà l’insediamento
ufficiale”. “E’ necessario, al più presto, dare un nuovo governo
all’isola – continuano Presidente e Segretario – e affrontare le
criticità che da troppo tempo sono un freno e un fardello per il
nostro sistema regionale”. “Aspettiamo anche la proclamazione
definitiva degli eletti e la nomina della Giunta – concludono Mereu e
Serra – per procedere immediatamente all’avvio del monitoraggio e
cominciare le singole valutazioni sulle azioni proposte dalle
imprese”. “L’Artigianato della Sardegna – sottolineano – conta 109mila
piccole e medie imprese, di cui 34mila sono artigiane (pari al 20% di
tutte le attività produttive), con quasi 250mila addetti, di cui
90mila sono artigiani. Questa forza produttiva rappresenta un elemento
fondamentale per la Sardegna, contribuendo con 4 miliardi di euro di
valore aggiunto, equivalente al 10,6% del totale regionale”.


Condividi:


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi