Mercoledì 24 Aprile, aggiornato alle 19:14

A Sorso il primo Hospice del nord ovest della Sardegna e la prima Rsa della Asl n. 1

A Sorso il primo Hospice del nord ovest della Sardegna e la prima Rsa della Asl n. 1

Sassari, 22 febbraio 2024 – Verrà inaugurato il 18 marzo 2024 il primo Hospice del nord ovest della Sardegna e la prima Rsa della Asl n. 1. In seguito all’audit regionale per il rilascio dell’autorizzazione all’esercizio e all’accreditamento istituzionale, la Asl di Sassari potrà avere a breve, nella struttura sanitaria polivalente di Via Dessì, a Sorso, 54 posti letto di Residenza sanitaria assistenziale (Rsa) e 6 posti letto di Hospice.

 

Due strutture di ricovero da sempre attese nel Nord Sardegna e che sono determinanti per la nostra offerta di servizi di ricovero in risposta alle cronicità al di fuori dei grandi ospedali hub di riferimento. Saranno decisivi nel rispondere al fabbisogno di cura per le post acuzie per persone assistite e per le loro famiglie e per alleggerire la pressione di ricovero nei reparti internistici per acuti. Per la prima volta nella storia della Asl di Sassari abbiamo, in ambito delle nostre strutture, una Rsa e un Hospice (a cui seguira’, entro l’estate, quello di Ploaghe) quali strutture sanitarie che rafforzeranno la parità di condizioni di accesso a questa fondamentale tipologia di servizi sanitari della popolazione del Nord Sardegna ad oggi carenti rispetto ai migliori standard nazionali”, spiega il direttore generale della Asl di Sassari, Flavio Sensi.

 

L’immobile, di proprietà dell’amministrazione comunale e in concessione alla Asl di Sassari, e che già ospita i poliambulatori con gli specialisti del Distretto di Sassari, e’ stato riqualificato per ospitare la Residenza sanitaria assistita e l’Hospice della Asl n. 1: sessanta posti letto distribuiti insieme a tutti i servizi accessori su una superfice di circa 5.000 metri quadri, su quattro piani, circondata da un area verde e dotata di ampie verande.

 

Lo scorso 11 gennaio 2024 il Nucleo tecnico autorizzazioni e Accreditamento regionale ha effettuato l’audit della struttura sanitaria a cui è seguito il 12 febbraio l’integrazione della documentazione che hanno interessato i requisiti strutturali, impiantistici, tecnologici e organizzativi della struttura.

 

Il primo sottopiano e’ dedicato ai servizi; al piano terra e’ stata allestita un’ampia hall, dedicata all’accoglienza , una cucina e una sala ristorazione, un’ampia palestra e la piscina riabilitativa; al primo piano trovano posti le stanze di degenza, singole e doppie, per un totale di 33 posti letto, tutte dotate di servizi igienici e di impianto di Ossogino, oltre a sala pranzo e ambulatori; al secondo piano trovano posto altri 27 posti letto, tra i quali quelli dedicati all’Hospice, oltre a sala pranzo e ambulatori.

 

La Residenza sanitaria assistenziale è una struttura residenziale, finalizzata a fornire ospitalità continuativa per 24 ore al giorno, per 7 giorni alla settimana, con l’erogazione di prestazioni sanitarie, di recupero funzionale e di inserimento sociale a utenti affetti da malattie croniche o da patologie invalidanti, non autosufficienti e non assistibili a domicilio e che non necessitano di ricovero in strutture ospedaliere o di riabilitazione globale.

Dei 54 posti per RSA:

  • 19 posti (livello R2) sono dedicati alle cure sociosanitarie estensive: rivolto a persone che richiedono elevata tutela sanitaria e trattamenti di cura estensivi (stati vegetativi o stati di minima coscienza prolungati, persone in nutrizione enterale o parenterale protratta, persone con malattie neurodegenerative progressive in fase di non autosufficienza, portatori di tracheotomia in ventilazione meccanica, etc); cure intensive ed estensive a persone non autosufficienti richiedenti elevato impegno e tutela sanitaria. Sono persone, in genere in fase di dimissione ospedaliera, che continuano a presentare instabilità clinica per patologie di labile compenso e che necessitano di un monitoraggio continuo.

 

  • 35 posti (livello R3) dedicati a cure socio-sanitarie a minore intensità, suddivise in:
  • Profilo R3A: prestazioni finalizzate all’erogazione di cure a persone non autosufficienti richiedenti trattamenti sanitari e sociosanitari di recupero e mantenimento funzionale. Sono persone in condizioni cliniche moderatamente stabili o moderatamente instabili che necessitano di ulteriore stabilizzazione e recupero di funzione;
  • Profilo R3D: prestazioni rivolte a persone con demenza e disturbo comportamentale o dell’affettività che necessitano di monitoraggio e trattamento farmacologico, interventi riabilitativi e di tutela in ambiente protetto

 

 

Il Nucleo Hospice (sei posti letto), offre un complesso integrato di prestazioni sanitarie assistenziali ed alberghiere, fornite in maniera continuativa per 24 ore al giorno, per 7 giorni alla settimana, rivolte a persone affette da una malattia attiva, progressiva, in fase avanzata, con una prognosi infausta a breve termine. Si pone l’obiettivo di mantenere accettabile la qualità della vita, alleviare il dolore dell’assistito ed il senso di impotenza dei familiari. Si inserisce all’interno della rete delle cure palliative che opera in stretta integrazione con l’assistenza domiciliare

 

In seguito a procedura aperta per la gestione e la fornitura dei servizi sanitari assistenziali, alberghieri e manutentivi, la struttura verrà gestita dalla cooperativa sociale onlus Medihospes.

 

A partire dal mese di aprile 2024 verrà avviata la graduale accoglienza dei pazienti a seguito della formale trasmissione da parte dell’Assessorato regionale all’Igiene e Sanità dell’autorizzazione all’esercizio e accreditamento della struttura.


Condividi:


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi