Giovedì 30 Maggio, aggiornato alle 23:38

Calcio – L’Alghero è atteso da un mese caldissimo: 4 partite con le prime quattro della classifica. In ballo c’è tutta una stagione

Calcio – L’Alghero è atteso da un mese caldissimo: 4 partite con le prime quattro della classifica. In ballo c’è tutta una stagione

Dopo la vittoria molto autorevole di ieri a Stintino per 3 a 0, per l’Alghero si aprono scenari di grande portata soprattutto in ottica futura.

La squadra giallo rossa sta per entrare in un mese, che partirà l’11 febbraio, quindi domenica prossima ventura, quando ad Alghero arriverà la Macomerese calcio, un mese in cui questa squadra si gioca senza ombra alcuna, l’intera stagione.

Ci sono in ballo quattro partite di grande spessore, la prima contro la Macomerese, subito fra sette giorni, poi una interlocutoria a Siniscola contro la Montalto, poi in casa arriverà l’Usinese, poi trasferta a Fonni e poi il 10 marzo ad Alghero arriverà la Nuorese. Un mese di fuoco, di fila, un mese di partite ad alto rischio, ma allo stesso tempo di quelle che potrebbero dare una svolta decisiva alla stagione dell’Alghero.

parliamo di quattro partite su cinque,  dove ad Alghero arriveranno le formazioni più forti del campionato.

A partire da Domenica prossima quando  arriverà la Macomerese, l’Alghero è poi attesa da altre tre partite con altrettante formazioni attestate nei primi quattro posti della graduatoria. Roba da perdere il sonno  a guardare il calendario, che per uno strano gioco del destino ha stressato il percorso dell’Alghero in maniera incredibile. Nessuna altra formazione ha un percorso così impegnativo, per tensione agonistica, valore degli avversari, risvolti in classifica.

Ecco che allora in campo scendono i giocatori veri che sono annoverati nella formazione giallorossa. L’Alghero, ha al suo interno uomini che hanno grande esperienza, non sono di primo pelo, sono stati già in altre occasioni sottoposto a tensione da alta classifica, e sanno come si gestisce la tensione e soprattutto come questa potrebbe diventare una risorsa. Parliamo di giocatori che rispondono al nome di Roberto Sini, Bobo Urgias, Antonio Masala, Stefano Mereu, Marco Carboni, Giuseppe Meloni, che hanno giocato su campi scottanti con formazioni di alto livello, quando in ballo ci sono state vittorie importanti. Loro oggi hanno l’onere di tenere il gruppo  sotto tutela, e soprattutto impedire che la tensione agonistica sfoci in reazioni incontrollate. Le partite che attendono l’Alghero si vincono  con un corretto approccio mentale, perchè il fisico e la parte atletica  è al top da tempo.

E un fattore che non può  passare inosservato che giocherà un ruolo preponderante, è il pubblico. I tifosi a Maria Pia devono spingere questi ragazzi all’impresa, perchè inutile negare che il percorso dell’Alghero saprà tanto di impresa, perchè solo il calore di tanti spettatori, può spingere questa squadra a provare a credere che si possa provare. Perchè i primi che oggi ci credono, sono loro, quel gruppo che da settimane con autorità gioca, vince e convince.

 


Condividi:


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi