Domenica 3 Marzo, aggiornato alle 19:14

A Sassari al “Salone delle Botteghe”, il laboratorio sulle maschere di Carnevale in legno

  • In Eventi
  • 31 Gennaio 2024, 15:05
A Sassari al “Salone delle Botteghe”, il laboratorio sulle maschere di Carnevale in legno

ARTIGIANATO ARTISTICO – Venerdì 2 febbraio a Sassari al “Salone delle
Botteghe”, il laboratorio sulle maschere di Carnevale in legno.
Iniziativa di Confartigianato Sassari all’interno del “Padiglione
Tavolara”. Rau (Confartigianato Sassari): “Il laboratorio di intaglio
delle maschere in legno è un luogo magico, dove arte e tradizione si
fondono con maestria”. Prosegue la mostra e vendita degli oltre 300
prodotti artigiani d’arte.

Saranno dedicati al Carnevale i laboratori organizzati da
Confartigianato Sassari nel “Salone delle Botteghe” di Sassari, l’area
espositiva del “Padiglione Tavolara.

Il primo appuntamento è previsto per venerdì 2 febbraio, dalle 17.00
in poi, con il laboratorio sulle maschere in legno dell’artigiano di
Ottana Gian Paolo Marras.

Maestro del legno di terza generazione, Marras è nato nella Barbagia
di Nuoro e cresciuto a in una famiglia impegnata nel mantenimento
delle tradizioni popolari, soprattutto legate al Carnevale; durante il
laboratorio di venerdì, oltre a illustrare tradizione, storia e
significato delle maschere di Su Boe, su Medule, sa Filonzana, su
Crapolu e su Porcu, presenterà anche le tecniche della lavorazione,
l’utilizzo dei vari strumenti e le differenze tra diversi tipi di
materiale da intagliare. L’artigiano, grazie al padre, ha appreso
l’arte dell’intaglio delle maschere e, fin da piccolo, ha elaborato
maschere in legno di pero. Per questo la realizzazione di maschere
sarde è un’usanza familiare presente da generazioni: dai primi del
‘900, passando per il padre negli anni ‘60 sino ad arrivare alle
generazioni attuali.

“Il laboratorio di intaglio delle maschere in legno è veramente un
luogo magico, dove l’arte e la tradizione si fondono con maestria –
commenta Marco Rau, Presidente di Confartigianato Sassari – ogni
maschera, scolpita con cura e passione, racconta una storia unica che
si mescola con la ricca tradizione del carnevale. L’abilità degli
artigiani nel plasmare il legno è straordinaria, creando opere d’arte
che trasmettono l’essenza festosa e misteriosa della celebrazione.
Un’esperienza autentica che riflette la bellezza dell’artigianato
sardo e incanta chiunque si avvicini a questo affascinante
laboratorio”.

L’iniziativa di venerdì aprirà la lunga serie di iniziative sul
periodo carnascialesco che saranno organizzate all’interno della
struttura, la cui riapertura è stata possibile grazie al finanziamento
del Comune di Sassari.

L’area espositiva delle Botteghe, nel frattempo, continua a proporre
centinaia di oggetti tipici della tradizione artigiana sarda,
rivisitati e trasformati in articoli unici da 25 artigiani-artistici
provenienti da ogni angolo della Sardegna, quali gioielli, abiti e
borse, tappeti, cuscini, quadri, arazzi, cestini, coltelli e
complementi ma anche maschere, ceramiche, piatti, creazioni in marmo,
vetro, legno e ferro battuto, pipe e mosaici. Lo spazio, gestito da
Confartigianato Sardegna è aperto dal martedì alla domenica, la
mattina dalle 10 alle 13, e il pomeriggio dalle 17 alle 20.


Condividi:


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi