Martedì 28 Maggio, aggiornato alle 22:26

Subito un incontro istituzionale con il nuovo amministratore e DG della società di gestione dello scalo algherese Silvio Pippobello

Subito un incontro istituzionale con il nuovo amministratore e DG della società di gestione dello scalo algherese Silvio Pippobello
Di seguito una nota dei consiglieri dei gruppo consiliare di centrosinistra Per Alghero, nella quale si legge:
“Subito un incontro istituzionale, in Consiglio Comunale, con il nuovo amministratore e direttore generale della società di gestione dello scalo algherese, Silvio Pippobello”. Lo chiedono i consiglieri comunali della Lista “Per Alghero” Gabriella Esposito, Pietro Sartore e Mario Bruno, rivolti al Sindaco Mario Conoci e al Presidente del Consiglio Comunale Raffaele Salvatore. “Sarà l’occasione, oltre che per salutare e augurare buon lavoro al nuovo direttore, per condividere col vertice della Sogeaal il lavoro di programmazione del territorio, con un’offerta culturale e turistica che deve affiancare l’attività del network aeroportuale per l’incremento dei voli soprattutto nel periodo autunnale e invernale e alla quale non si possono sottrarre gli enti locali, a cominciare da Alghero”, sostengono i consiglieri comunali.
“Per questi motivi – affermano Esposito, Sartore e Bruno – sarà bene invitare anche i sindaci dei comuni della futura città metropolitana di Sassari e quelli di Bosa e Nuoro, che da sempre sostengono l’attività della porta d’accesso al nord e al centro dell’isola.
E’ opportuna, infatti, un’azione efficace di offerta complessiva dell’area vasta, che unisca pubblico e privato, con una regia complessiva efficace e attenta. Un’opportunità – secondo i consiglieri – anche per conoscere e condividere il piano industriale della Sogeaal, le ricadute economiche e sociali che potranno derivare dall’alleanza con lo scalo di Olbia, le economie di scala che si ipotizzano possano svilupparsi a vantaggio dell’occupazione e dello sviluppo, con la diversificazione delle rotte e dei vettori”.
Secondo il gruppo politico di opposizione in consiglio comunale, “l’unico neo è da addebitare alla Regione per la mancanza di un piano regionale dei trasporti che avrebbe dovuto assegnare una missione specifica per ciascuno degli scali della Sardegna, attraverso una programmazione e un insieme di regole coordinate che purtroppo ancora mancano e che spettano alla mano pubblica, a supporto dell’operatore privato e a salvaguardia soprattutto degli interessi generali dei sardi” conclude la nota a firma di Gabriella Esposito, Mario Bruno e Pietro Sartore.

Condividi:


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi