Lunedì 26 Febbraio, aggiornato alle 13:49

Al Roth si va a scuola di economia: fisco e costituzione con il Direttore dell’Agenzia delle Entrate

Al Roth si va a scuola di economia: fisco e costituzione con il Direttore dell’Agenzia delle Entrate

 

Il giorno 15 dicembre, presso l’Auditorium dell’Istituto Roth di Alghero, si è tenuta una conferenza nell’ambito del progetto A Scuola di Economia con Cottarelli, per PESES, il Programma di Educazione per le Scienze Economiche e Sociali, alla presenza del Dott. Avv. Ernesto Maria Ruffini, Direttore dell’Agenzia delle Entrate e dell’Agenzia delle Entrate – Riscossione che ha parlato di Fisco e Costituzione. É stata l’occasione per affrontare temi quali il dovere di contribuire alla spesa pubblica mediante il pagamento delle imposte, come previsto dall’art. 53 della Costituzione Italiana che permette di realizzare il principio costituzionale di uguaglianza (art. 3 Cost.).

Attraverso il pagamento dei tributi, infatti, la Repubblica può mitigare le cause che provocano disparità fra i cittadini e finanziare i diritti costituzionali (istruzione, sanità, ordine pubblico, amministrazione della giustizia ecc.).

Le tasse rappresentano, quindi, il modo per reperire le risorse necessarie a consentirci di vivere al meglio come membri di una società con l’accesso ai servizi dei cittadini. Questo può avvenire solo grazie ai contributi utili al bene della comunità: senza risorse e, quindi, senza tributi, non si possono attuare i programmi proposti dai vari governi e non si possono raggiungere gli obiettivi previsti.

Essere dei buoni cittadini significa anche rispettare la legge e denunciare chi non adotta un comportamento corretto basato sui valori del rispetto e della morale comune.

Il dott. Ruffini ha anche fatto riferimento a due donne che, con il loro coraggio, hanno saputo opporsi e sono riuscite a far cambiare leggi che, in determinati periodi storici, non erano espressione dei diritti delle donne. Ha parlato di Franca Viola, la prima donna italiana ad aver rifiutato il matrimonio riparatore e di Rosanna Oliva che nel 1960, ha vinto il ricorso presso la Corte Costituzionale dopo il rifiuto del Ministero dell’interno di ammetterla al concorso per la carriera prefettizia in quanto donna. Con la loro esperienza hanno dato una svolta importante a favore di un cambiamento che ha inciso sulla vita di molte altre.

L’incontro tra i giovani e il Dott. Ruffini, una personalità istituzionale di altissimo livello, è stato possibile grazie all’adesione dell’Istituto al programma PESES e all’iniziativa della Prof.ssa Valentina Sanna. Il Dirigente Angelo Parodi auspica alla possibilità di poter continuare a realizzare attività di questo tipo poiché rappresentano momenti di formazione di grande importanza per gli studenti e di incontro costruttivo della scuola con le Istituzioni.


Condividi:


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi