Giovedì 30 Maggio, aggiornato alle 18:01

Confartigianato – Giovanni Antonio Mellino è il nuovo Presidente di ANAP Sardegna

Confartigianato – Giovanni Antonio Mellino è il nuovo Presidente di ANAP Sardegna

PENSIONATI ARTIGIANI – Giovanni Antonio Mellino è il nuovo Presidente
di ANAP Sardegna, Associazione Nazionale Anziani e Pensionati di
Confartigianato. 5mila soci attivi e tante iniziative in programma per
il prossimo quadriennio. Mellino: “Nel mio mandato, fondamentale il
lavoro insieme alla VicePresidente Montis. Diamo risposte ai
pensionati sardi”. Gli auguri anche della Presidente di
Confartigianato Sardegna, Maria Amelia Lai: “Gli artigiani
“diversamente giovani” preziosa risorsa per la società”.


Giovanni Antonio Mellino, ex autotrasportatore di Olbia, ai vertici
nazionali dell’Associazione Artigiana da oltre 40 anni e più volte
VicePresidente Nazionale di Confartigianato Trasporti, è il nuovo
Presidente di ANAP Confartigianato Sardegna, l’Associazione Nazionale
degli Anziani e Pensionati di Confartigianato, sindacato degli
artigiani in pensione che in Sardegna conta oltre 5mila soci mentre al
livello nazionale raggiunge i 472mila.

Lo ha eletto all’unanimità l’Assemblea dei delegati regionali, riunita
in plenaria a Oristano, che ha provveduto anche al rinnovo della
Giunta Esecutiva.

Raccoglie il testimone dalla Presidente Paola Montis, che ha guidato
l’ANAP negli ultimi 10 anni, per 3 mandati consecutivi, che
l’Assemblea e i vertici di Confartigianato Sardegna hanno ringraziato
per l’impegno profuso nei due mandati passati e per l’apporto che,
come esperienza e collaborazione, offrirà da subito per la crescita
dell’Associazione Regionale e Nazionale.

Mellino sarà affiancato da Paola Montis, nominata VicePresidente
Vicario. Del resto della Giunta faranno parte anche Giovanni Battista
Idda, VicePresidente e Presidente ANAP Sassari, Enrico Fiorelli,
Presidente di ANAP Sud Sardegna, Gianfranco Ticca, Presidente ANAP
Nuoro-Ogliastra e Marco Sedda, Presidente di ANAP Oristano.

L’elezione è avvenuta alla presenza della Presidente Regionale di
Confartigianato, Maria Amelia Lai, dal Segretario Regionale, Daniele
Serra e degli altri Segretari e Coordinatori territoriali.

“Sono onorato per la fiducia che mi è stata accordata. – ha affermato
il neo Presidente Mellino – saremo chiamati a dare continuità ai tanti
progetti avviati dalla Presidente Montis e a promuoverne altrettanti.
Abbiamo una grande responsabilità nei confronti dei nostri 5mila soci.
Particolare attenzione sarà riservata al sociale alla sanità, a tutto
ciò che attiene al welfare per la famiglia e la collettività. Inoltre
un altro elemento fondamentale del mio mandato sarà la trasmissione
dei mestieri”. “In Sardegna, gli over 65 sono 649mila e rappresentano
il 36% della popolazione – ha proseguito Mellino – e rispondere alle
necessità della terza età è quindi di primaria importanza. ANAP
Sardegna, insieme a Confartigianato regionale, sta facendo la propria
parte, individuando politiche di sostegno all’invecchiamento attivo e
strategie di welfare sociale, mirate alla terza età”. “Sui temi della
salute e della sicurezza – ha concluso il Presidente di Anap Sardegna
– ci giocheremo il nostro futuro. Salute, sicurezza della persona
anziana e lotta alla solitudine sono temi da presidiare: come ANAP
Sardegna, con la forza degli associati e nel rispetto di chi ci ha
scelto e continua a sceglierci, faremo la nostra parte”.

L’apprezzamento per il valore degli anziani pensionati artigiani della
Sardegna insieme agli auguri per la nuova Giunta regionale dell’ANAP
arrivano anche dalla Presidente di Confartigianato Sardegna, Maria
Amelia Lai: “Gli artigiani “diversamente giovani” rappresentano una
preziosa risorsa per la società, portando con sé non solo un bagaglio
di competenze imprenditoriali acquisite nel corso di una vita dedicata
al lavoro, ma anche una ricca esperienza e saggezza. Il valore di
queste persone va oltre il loro contributo passato all’economia: sono
custodi di tradizioni, saperi e storie che arricchiscono la nostra
cultura. La comunità dovrebbe apprezzare e valorizzare il patrimonio
umano e professionale che le persone mature portano con sé, garantendo
loro il rispetto e il sostegno che meritano”.


Condividi:


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi