Lunedì 26 Febbraio, aggiornato alle 13:49

Le arance sarde invadono il Piemonte. Per Natale da Villacidro agrumi e prodotti sardi da filiera corta

Le arance sarde invadono il Piemonte. Per Natale da Villacidro agrumi e prodotti sardi da filiera corta

Le arance di Villacidro arrivano nelle tavole dei piemontesi e dei sardi emigrati a Torino. Fresche, profumate, prodotto di filiera corta e di un’agricoltura rispettosa dell’ambiente e dei lavoratori. Un gustoso fine pasto per il pranzo di Natale. Circa 4 tonnellate di arance provenienti da Villacidro – area vocata anche alla produzione agrumicola sarda di eccellenza – saranno distribuite ai soci del Gruppo di Acquisto Solidale “Chent’annos”, ispirato nel nome alla dieta dei centenari. Non solo arance: profumatissimi limoni, bacche di mirto, pasta fresca, pecorino, pane, vini, miele e ogni domenica agnelli, capretti e maialetti comporranno il prezioso paniere del GAS dei centenari. Il prodotto buono, pulito e giusto proveniente dalle campagne sarde sarà in vetrina non solo per le feste di fine anno. Un significativo contributo all’economia sarda da parte dell’Associazione dei sardi a Torino “Antonio Gramsci” da tempo impegnata nella promozione e sviluppo del “Made in Sardegna”, soprattutto dei prodotti da filiera corta e nella valorizzazione delle produzioni tipiche locali. “Ci lavoriamo da qualche anno– spiega Enrico Corona responsabile del Gruppo d’Acquisto “Chent’annos”– abbiamo creduto in questo progetto e con noi i produttori tra i quali Pier Nicola Frau che sognava di portare le sue arance nella tavola dei sardi a Torino. Nei mercati piemontesi si vendono le arance spagnole, siciliane o calabresi, quelle sarde sono sconosciute”.


Condividi:


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi