Venerdì 24 Maggio, aggiornato alle 21:32

Ex caserma dei Carabinieri, Forza Italia si appresta a vigilare sulla sua realizzazione

Ex caserma dei Carabinieri, Forza Italia si appresta a vigilare sulla sua realizzazione

Alghero, 13 dicembre 2023 – Approdato in Giunta il progetto Definitivo esecutivo per la riqualificazione della “ex Caserma dei Carabinieri” di via Simon. Il Direttivo di F.I. ricorda che l’ex Caserma dei Carabinieri fu acquisita ne 2004 dalla Provincia di Sassari dall’allora sindaco Marco Tedde. All’acquisto fece seguito l’inserimento della Ex Caserma nel Piano strategico cittadino e la partecipazione ai bandi Regionali per i Programmi Integrati di Sviluppo Urbano che videro il Comune di Alghero destinatario di un finanziamento di ben 341.000,00 euro per la progettazione.
“Forza Italia esprime soddisfazione per questo progetto interamente avviato e concluso dal Settore Opere Pubbliche sulla base degli indirizzi e della quotidiana attività di controllo dell’ex Assessore Peru” commenta il capogruppo consiliare Nunzio Camerada-“.
Già nel Gennaio 2021 Forza Italia, con Marco Tedde in prima linea, invitava con forza l’Amministrazione a programmare il futuro di questa struttura, incardinandola sulla figura di Antonio Marras e procedendo più spediti alla liberazione degli immobili. Questo suggerimento fu seguito, seppur parzialmente, poiché poco dopo l’immobile veniva liberato ed iniziarono speditamente i primi interventi di rimozione dei rifiuti e la verifica strutturale eseguita con l’ausilio della sempre più preziosa Alghero In House.
L’attuale intervento del valore di 2.594.662,93 euro di fondi del PNRR, prevede il recupero con riqualificazione edilizia del fabbricato denominato “Ex Caserma via Simon” per renderlo funzionale e idoneo alla destinazione d’uso uffici comunali ed eventi di tipo culturale senza ulteriori specificazioni lasciando nel vago la tipologia di uffici che devono essere realizzati, quali tipologie di manifestazioni culturali devono essere fatte e soprattutto, come s’intendono conciliare i due, seppur nobili, differenti usi. “Una destinazione pericolosamente generica, che rischia di far fallire il progetto” sottolineano i consiglieri azzurri Argiolas, Musu e Spano.È anche opportuno evidenziare che proprio grazie all’impegno dell’ex Assessore Antonello Peru nella gestione delle fasi progettuali, oggi la Giunta orfana dei due Assessori di F.I. ha potuto licenziare l’ultimo documento propedeutico al bando. “Ci auguriamo, pertanto, che si proceda nella stessa direzione, e nel rispetto del cronoprogramma di allora che prevedeva l’emanazione della determina a contrarre /indizione gara ad un mese dall’approvazione del progetto definitivo esecutivo e poi l’indizione della gara dopo altri 30 giorni affinché si possa sottoscrivere il contratto già a partire dai primi di Marzo 2024” auspicano i rappresentanti azzurri.
“F.I. vigilerà senza sconti sul rispetto dei tempi indicati e si impegnerà come sempre affinché, già nelle more di espletamento della gara, l’Amministrazione faccia chiarezza sul corretto utilizzo di un bene pubblico strategico e ne verifichi il corretto uso” conclude il coordinatore cittadino Marco Tedde.


Condividi:


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi