Giovedì 30 Maggio, aggiornato alle 18:01

Chiude MONDO ECO – Sostenibilità Ecologica, Sociale e Culturale con Paolo Pinna Parpaglia

Chiude MONDO ECO – Sostenibilità Ecologica, Sociale e Culturale con Paolo Pinna Parpaglia

 

Dopo un mese e mezzo di incontri con gli autori, spettacoli e attività di promozione alla lettura, si chiude nel Capo di sopra la quarta edizione del festival di letteratura MONDO ECO – Sostenibilità Ecologica, Sociale e Culturale, organizzato da Il crogiuolo con la direzione artistica di Rita Atzeri. L’appuntamento è fissato per martedì 12 dicembre a Sassari nella Biblioteca Comunale (Palazzo D’Usini, Piazza Tola), dove alle 18 lo scrittore e avvocato  Paolo Pinna Parpaglia, classe 1974, cagliaritano, presenta il suo ultimo romanzo “La morte si chiama Madame” (Newton Compton), da pochi giorni nelle librerie, una nuova indagine  dell’investigatore Depin, il personaggio nato dalla sua fantasia. A dialogare con lui un altro avvocato, ed ex deputato, Elias Vacca.

In una Assemini soffocata come non mai dall’afa Antony Depin si risveglia dal coma dopo tre settimane. Due pallottole nel ventre hanno messo a dura prova il suo corpo. Convinto che un buon bourbon sia il migliore degli analgesici, si incammina verso il bar di Billy. Ad accoglierlo, però, non c’è il solito locale, ma un negozio di paccottiglia cinese. Che fine ha fatto Billy? Una donna inquietante dalla voce melodiosa gli affida un’indagine: trovare un uomo misterioso entro Natale. Con il fisico ancora in ripresa, l’investigatore dovrà indagare su un nuovo caso a costo di rischiare anche questa volta la propria vita.
“L’entroterra sardo si tinge di mistero”, è stato scritto su La Repubblica, e nel suo ultimo romanzo Pinna Parpaglia continua a ispirarsi alla “crime fiction” made in Usa con una cifra stilistica sospesa fra commedia e grottesco.

 

 

Il festival Mondo Eco è sostenuto dall’Assessorato alla Cultura della Regione Sardegna (Servizio beni librari) e dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Cagliari. Nutrita la schiera di partner e collaborazioni: Festival Lei, Liberos, Miele Amaro libreria, Eja tv, Radio x, Sistema Bibliotecario Monte Claro, Miglio Verde, Comunita’ La Collina, Street Book, Biblioteca Sinnai, Diversamente Onlus, Mesa Noa, Circolo Sardo Ichnusa, Segni di integrazione Sardegna Sardens, Istituto autonomo sardo Fernando Santi, Fondazione Berlinguer, Biblioteca gramsciana Villa Verde, Symponia, Casa Saddi, Associazione L’uomo che piantava gli alberi.


Condividi:


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi