Domenica 3 Marzo, aggiornato alle 19:14

“Per la Ploaghe-Osilo è arrivato il finanziamento per la progettazione esecutiva

“Per la Ploaghe-Osilo è arrivato il finanziamento per la progettazione esecutiva

Gianfilippo Sechi (UDC) – Approvato il finanziamento per la progettazione della strada provinciale Osilo-Ploaghe

“Per la Ploaghe-Osilo è arrivato il finanziamento per la progettazione esecutiva. 400 mila euro che consentiranno di avviare l’iter per portare a termine una delle opere incompiute di tutto il territorio dell’Anglona.”

Lo afferma in una nota il consigliere regionale del gruppo UDC Gianfilippo Sechi che aveva chiesto in più occasioni l’inserimento dell’opera tra quelle da finanziare. 

“Già nella scorsa legislatura – scrive Sechi – avevo sollecitato il completamento della strada, denunciando lo stato di abbandono ed il degrado di un’arteria che ha una grandissima importanza perché collega le regioni dell’Anglona e della bassa valle del Coghinas alle strade principali che conducono ai centri urbani. Si tratta di oltre 8 chilometri che permetterebbero di abbreviare i tempi di percorrenza e migliorare la sicurezza degli automobilisti e degli operatori agricoli che la transitano quotidianamente. Sarebbe inoltre un prezioso anello di congiunzione tra le zone interne e quelle costiere.

Un primo progetto di fattibilità è stato già predisposto dalla Provincia di Sassari e prevede che l’intero tracciato sia conforme alla categoria F1, cioè quella che riguarda le strade locali extraurbane. La carreggiata avrà una larghezza di 9 metri, di cui 3,50 per ogni corsia e banchine laterali di un metro in entrambi i lati. 

C’è un’altra importante novità, il progetto prevede che venga realizzato anche un tratto di pista ciclabile di 1 km e 700 metri dall’abitato di Ploaghe fino alla Fontana. 

Con la nuova strada infine verrebbe risolto una volta per tutte il problema dell’attraversamento ferroviario che non aveva consentito di completare l’opera. Il tratto di binari in oggetto, infatti, non è più utilizzato e dunque la strada potrà passare nel punto previsto dal progetto originario senza dover realizzare un cavalcaferrovia.”


Condividi:


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi