Giovedì 30 Maggio, aggiornato alle 18:01

Il punto sul campionato di Promozione: la Nuorese fa paura, l’ Alghero in cerca di se stessa

Il punto sul campionato di Promozione: la Nuorese fa paura, l’ Alghero in cerca di se stessa

La Nuorese consolida il suo primato in classifica superando di misura il Bonorva, ed allunga solitaria a quota 25. Il Sennori impatta con la Macomerese 0 a 0, e lascia il primato 23 i punti. L’Usinese di misura regola il Santa Giusta e tiene la terza posizione a quota 22, in compagnia della Lanteri Sassari che vince contro il Fonni 3 a 2. Chi non tiene il passo è l’Alghero, che non va più in la di un pari interno con il Coghinas Calcio 0 a 0, e si stabilizza a quota 18 solitaria al quinto posto in graduatoria. Vittoria importante per 5 a 0 dello Stintino a spese del Ovodda. Da segnalare la vittoria del Tuttavista 4 a 2 sul Luogosanto, del Porto Torres in trasferta contro l’Abbasanta 2 a 1 e il pari 2 a 2 tra Montalbo e Posada. Questi i risultati della 11esima di Campionato della promozione Girone B.

Alla luce di questi risultati, poco ci sarebbe da commentare, se non il fatto che una compagine è intenzionata a staccare le dirette antagoniste, ed indossare la maglia da primatista con intenzioni dichiarate alla vigilia di un ritorno al calcio che conta, stiamo parlando della Nuorese. I barbaricini già da diverse giornate stanno dominando ed imponendo il proprio credo alle avversarie di turno. I successi nelle ultime sette giornate non lasciano dubbi e la conferma è data dalla sua imbattibilità in questo torneo. Ora una verifica è pronta nel prossimo turno, nello scontro diretto fra Sennori e Nuorese.

Sarà, forse, comunque un esame da non sottovalutare. Il Sennori, con tanti giovani in formazione, ha un ruolino di marcia invidiabile, e per il prosieguo di campionato i ragazzi di Nieddusono consapevoli di ciò che li attende cuore e determinazione contraddistingue questa compagine.

L’Usinese tiene e non si allontana di tanto dalla vetta, e in comproprietà con la Lanteri Sassari, cercano di tenere il passo alle battistrada a meno 3 dalla testa e meno 1 dalla seconda.

Note dolenti per l’Alghero, ancora in cerca della propria fisionomia di squadra votata al primato, ma che al momento non riesce ad esprime un proprio gioco, e di conseguenza imporre il blasone che ne hanno caratterizzato il passato calcistico isolano. Sette punti dalla prima sono tanti, come altrettanto sono le partite che mancano alla conclusione del torneo. Le inseguitrici di questo appassionato ed imprevedibile campionato, sono tante spalmate in una manciata di punti con il susseguirsi di alti e bassi, che squotono la classifica, ad eccezione dell’Abbasanta ferma all’ultimo posto a quota 2.


Condividi:


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi