Domenica 14 Luglio, aggiornato alle 20:57

I cittadini dell’agro ancora una volta dimenticati

I cittadini dell’agro ancora una volta dimenticati

“Il coordinamento territoriale di Fortza Paris, attento alle dinamiche di ciò che accade in ambito locale senza in alcun modo trascurare l’agro e, in particolare, la Nurra, ritiene indifferibile l’ottenimento da parte degli organi preposti di risposte concrete sulla preannunciata riapertura dell’ufficio postale di Santa Maria la Palma.
Infatti, i proclami fatti pervenire alla stampa qualche tempo addietro lasciavano intendere come ormai imminente la riapertura nei fatti ancora da realizzarsi.
Quel che si deve purtroppo registrare è, allo stato attuale, la totale assenza di informazioni circa il livello di avanzamento dei procedimenti amministrativi posti in essere per ovviare ai disagi causati dalle prolungate inerzie alla popolazione residente nei territori della Nurra.
I cittadini residenti nei territori richiamati, dopo l’espletamento delle elezioni regionali e amministrative, si vedono puntualmente abbandonati al proprio destino.
Il coordinamento cittadino di Fortza Paris, raccogliendo le sconsolate rivendicazioni di larghe fasce di residenti nell’agro, segnala altresì la mancanza di una sistematica manutenzione della viabilità interna dell’agro, resa in alcuni tratti non agevolmente percorribile a causa della incolta vegetazione e delle numerosissime buche presenti sul manto stradale.
Non può infine essere sottaciuta l’assenza di una costante attività di controllo e prevenzione da parte della polizia municipale anche a presidio delle scuole. Attività di controllo da auspicarsi, quantomeno, durante il transito in entrata e in uscita degli studenti.
Non da ultimo, è assolutamente urgente, preso atto dei notevoli disservizi occorsi, il complessivo rifacimento della rete idrica comunale insistente nell’agro. Qui, va rammentato, vengono ancora utilizzate le tubazioni in cemento amianto: uno stato delle cose evidentemente non più giustificabile.
Una particolare attenzione deve essere rivolta anche agli operatori economici operanti nell’agro, posti in evidenti condizioni di svantaggio dal punto di vista geografico. Pertanto, dovrà essere pensata nel breve termine l’adozione di misure di riequilibrio: può immaginarsi per esempio l’introduzione di soluzioni finalizzate alla realizzazione di sgravi fiscali in materia di tassa sui rifiuti, suolo pubblico ecc..”, conclude la nota del coordinamento cittadino di Fortza Paris


Condividi:


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi