Domenica 14 Aprile, aggiornato alle 22:59

Gli artigiani e l’intelligenza artificiale, se ne parla domani a Cagliari

Gli artigiani e l’intelligenza artificiale, se ne parla domani a Cagliari

SPIRITO ARTIGIANO – Domani a Cagliari ore 17.30. Gli artigiani e 
l’Intelligenza Artificiale: le opportunità e i rischi per le imprese. 
Ne parlano Giulio Sapelli, Mauro Magatti con altri esperti. Idee a 
confronto in un viaggio alla scoperta del legame tra l’ancestrale 
mondo dell’artigianato e l’avanzato universo delle nuove tecnologie. 
Organizza Confartigianato Imprese Sardegna. 

Domani, mercoledì 15 novembre, dalle ore 17:30, gli spazi dell’Ex 
Manifattura Tabacchi a Cagliari ospitano il quarto appuntamento con i 
Dialoghi di Spirito Artigiano, gli eventi organizzati Confartigianato 
Imprese e dalla Fondazione Germozzi, in collaborazione con 
Confartigianato Imprese Sardegna, per approfondire idee, spunti e 
scenari per lo sviluppo economico e la sostenibilità sociale del 
Paese. 

In Sardegna, in particolare, il confronto tra i relatori seguirà il 
filo conduttore del rapporto tra Intelligenza Artificiale e 
artigianato, delle opportunità legate al fare impresa e delle 
conseguenze registrate negli ultimi anni in tanti, diversi settori 
dell’artigianato. 

L’evento dal titolo “Orgogliosi, attenti, consapevoli: gli Artigiani e 
l’Intelligenza Artificiale. Idee a confronto” è anche l’occasione 
giusta per presentare al pubblico il più recente dei Quaderni della 
Fondazione Germozzi dal titolo omonimo, una raccolta di saggi e autori 
vari per affrontare la sfida dell’Intelligenza Artificiale sotto tutti 
i punti di vista: economico, tecnologico, sociale e delle tematiche 
del lavoro. 

Due degli autori della raccolta, Marco Bettiol e Edoardo Fleischner, 
saranno presenti a Cagliari proprio per guidare il dibattito nel cuore 
dei temi centrali del Quaderno della Fondazione e della posizione di 
Confartigianato rispetto all’intelligenza artificiale. Nella 
prefazione, infatti, il Presidente Nazionale di Confartigianato Marco 
Granelli ricorda che l’IA, “con tutto il suo potenziale, è uno 
strumento al servizio dell’uomo e non il contrario. Mentre ci 
avviciniamo a un futuro dove l’IA potrebbe standardizzare molti 
aspetti della nostra vita, l’unicità e la sapienza dell’artigianato 
italiano restano ineguagliabili”. 

Il dibattito, quindi, vuole essere un viaggio alla scoperta del legame 
tra l’ancestrale mondo dell’artigianato e l’avanzato universo 
dell’intelligenza artificiale. Gli articoli selezionati nel quaderno 
gettano un ponte tra questi due mondi, mostrando come l’artigianato 
possa non solo sopravvivere, ma prosperare, nell’era digitale. 

Nel corso dell’evento interverranno Fabio Mereu, Vicepresidente
Vicario Confartigianato Sardegna, Giulio Sapelli, Presidente
Fondazione Germozzi, Mauro Magatti, Professore ordinario di Sociologia
alla facoltà di Scienze politiche e sociali dell’Università Cattolica
del Sacro Cuore di Milano, Marco Bettiol, Professore Associato in
Economia e Gestione presso il Dipartimento di Economia e Gestione
dell’Università di Padova, Edoardo Fleishner, Giornalista e Docente di
Scrittura crossmediale e di Comunicazione digitale presso la facoltà
di Sociologia dell’università Statale di Milano e di Format televisivi
e crossmediali all’Università Suor Orsola Benincasa di Napoli, Paolo
Manfredi, consulente per le Strategie digitali di Confartigianato, e
Giovanni Boccia, Direttore Fondazione Germozzi.


Condividi:


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi