Domenica 23 Giugno, aggiornato alle 18:47

Di NOLFO: una parte dell’avanzo di gestione sia destinata al “Verdi“

Di NOLFO: una parte dell’avanzo di gestione sia destinata al “Verdi“

Di seguito una nota di Valdo Di Nolfo Consigliere Comunale
Sinistra in Comune nella quale si legge:

“L’Istituto Musicale Giuseppe Verdi di Alghero nasce nel lontano 1948 in pieno dopoguerra. Fu costituito per volontà di 80 cittadini che vedevano nella musica un mezzo per rispondere alle devastazioni della seconda guerra mondiale: la musica cura. È il 17 ottobre 1948 quando il Consiglio Comunale dell’epoca approvò lo Statuto e votò per la sua erezione ad Ente morale e lo dichiarò Scuola della città. Nel 1952, l’allora Ministro alla Pubblica Istruzione Antonio Segni, lo autorizza ad attivare un liceo musicale, il primo in Italia. Da allora è centro di riferimento culturale e musicale in città con corsi destinati all’infanzia e alle fasce più deboli della cittadinanza.

Il legame tra l’ente Comune di Alghero e l’ente Istituto Musicale Giuseppe Verdi è strettissimo, lo è stato dall’inizio, dal 1948. Nei giorni scorsi il Consiglio Comunale ha confermato e replicato il sodalizio tra i due enti: un’unione solida che però ha bisogno di sostegno, si sostanza oltre che la forma. Per questo durante il mio intervento ho sottolineato la necessità di destinare una parte dell’avanzo di gestione alle attività del Verdi.

L’assessorato alla cultura guidato da Fratelli d’Italia negli ultimi mesi ha trovato fondi per assurdità tipo 21mila per la comunicazione di un evento di 3 giorni e 25 mila per un videoclip ma 0 assoluto per il Verdi. Dopo il Consiglio Consiglio dell’altro sono giorno sicuro che tutti i capigruppo sosterranno questa mia proposta, passiamo dalle parole ai fatti, all’unanimità” conclude la nota di Valdo di NOLFO.


Condividi:


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi