Domenica 23 Giugno, aggiornato alle 11:14

Borse di studio, l’appello di Deriu (Pd): “la regione dichiari subito beneficiari tutti gli idonei

Borse di studio, l’appello di Deriu (Pd): “la regione dichiari subito beneficiari tutti gli idonei

Di seguito il comunicato stampa odierno del Consigliere regionale del Partito Democratico Roberto Deriu, nel quale si legge:

 

Borse di studio, l’appello di Deriu (Pd): “la regione dichiari subito beneficiari tutti gli idonei. bisogna dare certezze a studenti e famiglie”. interpellanza del gruppo Dem in consiglio regionale
“La Regione rassicuri e dichiari subito beneficiari tutti gli studenti risultati idonei nelle borse di studio, così da dare certezze a migliaia di universitari che, senza il contributo, vedrebbero compromesso il loro percorso accademico”. Così Roberto Deriu, consigliere regionale del Partito Democratico, primo firmatario di una interpellanza presentata sul tema nelle scorse ore e sottoscritta da tutto il gruppo dem.

Sono infatti 7.169 gli universitari risultati idonei nelle graduatorie definitive dell’Ersu di Cagliari pubblicate il 27 ottobre 2023, di questi 2.708 sono beneficiari e ben 4.461 non ancora beneficiari. “Da quattro anni l’Ersu e la Regione Sardegna pubblicano le graduatorie definitive per la concessione delle borse di studio con tantissimi studenti idonei non beneficiari, per poi dichiarare la copertura di tutte le borse solo nei mesi successivi, con la prima rata che verrà erogata il 31 dicembre – spiega Deriu –. Si tratta di una triste consuetudine da invertire, perché molti di questi universitari, senza la certezza del contributo, sono costretti a terminare il loro percorso di studi a causa delle difficoltà economiche o altre problematiche attinenti”.

“È doveroso – prosegue l’esponente dem – che il Presidente della Regione e l’Assessore della Pubblica istruzione diano subito certezze a quei 4.461 universitari non ancora beneficiari, visto che ne hanno diritto. Sostenere con puntualità i nostri giovani nel loro percorso di studi, a maggior ragione in questa fase di difficoltà economica per tante famiglie, deve essere una priorità per le istituzioni”, conclude Roberto Deriu.

 


Condividi:


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi