Domenica 23 Giugno, aggiornato alle 18:47

Insulae Lab – Guido Coraddu protagonista sul palco del teatro Santa Croce a Berchidda

  • In Eventi
  • 27 Ottobre 2023, 08:15
Insulae Lab – Guido Coraddu protagonista sul palco del teatro Santa Croce a Berchidda

Un altro grande ospite del progetto, un percorso lungo le strade che dalla Sardegna portano al jazz e dal jazz riportano all’Isola – 29 ottobre h 19.00 // Teatro Santa Croce, piazza del Popolo (Berchidda)

Intuizioni. Connessioni. Arte, Incontri. Creatività. Processi virtuosi sviluppati all’ombra del granito del Logudoro, a Berchidda, accogliente casa madre del progetto Insulae Lab, un florido e dinamico alveare in cui artisti ed arti incrociano il loro essere dando forma e sostanza a intensi momenti di spettacolo, tra produzioni originali e grandi ospiti accolti con entusiasmo sul palco.

Graditi e attesi ospiti, come il pianista cagliaritano Guido Coraddu, prossimo protagonista sul palco del teatro Santa Croce di piazza del Popolo, appuntamento fissato per le ore 19.00 di domenica 29 ottobre 2023. La direzione artistica è di Paolo Fresu. Ingresso al singolo concerto 10 euro (biglietto intero); abbonamenti a 5 concerti 40 euro, a 10 concerti 70 euro. Chiunque già in possesso di un abbonamento può utilizzarlo. Possibile acquistare i ticket in prevendita sul circuito Ticketmaster.

Guido Coraddu ha reinterpretato il meglio del jazz nato in Sardegna, una forma musicale che affonda le sue radici e trae ispirazioni dalle atmosfere e dai suoni della tradizione isolana. Miele Amaro è idea che nasce fra le pagine e le suggestioni custodite nella fondamentale antologia di poesia e prosa della Sardegna (1954), opera pubblicata da Salvatore Cambosu e lettura imprescindibile per chi vuole approcciarsi alla cultura isolana. Dalle pagine alle partiture, il progetto è un viaggio lungo musica e stili di diversi musicisti sardi contemporanei da Marcello Melis a Zoe Pia passando per Marino Derosas, Gavino Murgia, Paolo Fresu e Antonello Salis.

La Sardegna è terra natale di numerosi artisti che, proprio dal loro appartenere alla cultura isolana, hanno tratto linfa per forgiare espressioni musicali originali di successo. La Sardegna ha una suo “jazz”, rintracciabile nel lavoro di musicisti che si sono ispirati alle musiche ancestrali dell’isola, ai suoi abitanti, a paesaggi, sapori ed aromi per tracciare nuove strade in note. Miele Amaro vuole essere faro puntato sul lavoro di autori molto diversi per età e formazione, abbracciando quarant’anni di musica e almeno tre generazioni nel segno del jazz made in Sardegna.

Bio

Guido Coraddu è artista sardo che si muove tra le sonorità del jazz, del rock, della world-music, dell’avanguardia e della sperimentazione. Ha all’attivo due progetti di cui è leader e suona a fianco di artisti di fama nazionale ed internazionale, spaziando tra svariati generi musicali all’interno dei quali contestualizza il proprio strumento ricercando di volta in volta la sintesi tra i canoni della tradizione ed un approccio personale e moderno. È diplomato in pianoforte presso il conservatorio ”Pierluigi da Palestrina” di Cagliari sotto la guida di Ludovica Pane e ha conseguito la laurea in Ingegneria Elettronica presso l’Università degli studi di Padova, Centro di Sonologia Computazionale. Ha suonato fra gli altri con Michele Taras, Silvano Lobina, Michelangelo Attardo, Alessandro Anastasi, Andrea Pintus, Francesco Bachis, Mauro, Sanna, Simone Sedda, Alessandro Puddu, Gerardo Ferrara, Michela Calabrese, Marco Rovelli, Roy Paci, Daniele Sepe, Enzo Favata, Louis Sclavis, Victor See Yuen, Kenny Brawner, Fred Johnosn, Cecilia Smith, Hasan Bakr, Ron McBee, Kevin Nathaniel, Marc Rapp. Partecipa a TeatriOgliastra, festival Estantanea, festival di Montevecchio, Time in Jazz, festival CineIncontrArti, Jchnusa, Festival Ethnicus, festival CineIncontrArti, Aspettando L’Expo 2007, Sagrada Music, Jchnusa festival, European Jazz Expo, Verbier Fest’Off, Jchnusa festival, Marina Cafè Noir, DonkeyShout Festival, European Jazz Expo, Monumenti Aperti Cagliari, Festival de Verbier, Jerzu Wine Festival, Parco In Festa, Festival di San Teodoro, Ai Confini tra Sardegna e Jazz, Premio Letterario Giuseppe Dessì, La Casa Delle Storie festival di teatro e musica, Festival Senz’arte nè parte, Festa de Is Cuccurus Cottus, Sagrada Music, Rassegna “l’Europa dopo la Pioggia”, Salone Internazionale del Libro di Torino, Festival “Forma e Poesia nel Jazz”, European Jazz Expo, Festival La Carovana della Compagnia Cantante, La casa delle Storie, Festival “una Domu po Casteddu”, Centro Culturale “La Vetreria”, Radio3: La Stanza Della Musica, rassegna “aspettando l’inverno a SPAZIOincontrARTI”, centro culture contemporanee ZO – Catania, Punto di Vista Film Festival, La Giornata del Contemporaneo – Milano, rassegna “aspettando l’inverno”, festival del cinema muto “storie di volti e silenzi”, Buon Compleanno Faber Festival, festival AppetitosaMente, Estate a Casa Saddi, Fondazione di ricerca “Giuseppe Siotto”, festival del cinema muto “storie di volti e silenzi”, FestivalAlguer, Jazz for the Masses, Gillai Music Fest, Calagonone Jazz Festival, Il Jazz Italiano nelle Terre del Sisma, Oltre il Visibile.

foto di Agostino Mela

Condividi:


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi