Domenica 23 Giugno, aggiornato alle 11:14

Alghero, Casa Gioiosa – Si rinnova il Protocollo di intesa della “Rete dei Parchi e delle Aree Naturali della Sardegna”, ci sarà l’Assessore Porcu

Alghero, Casa Gioiosa – Si rinnova il Protocollo di intesa della “Rete dei Parchi e delle Aree Naturali della Sardegna”, ci sarà  l’Assessore Porcu

COMUNICATO STAMPA

Ad Alghero, sala conferenze di Casa Gioiosa, sede del Parco, alla presenza dell’Assessore  Regionale all’Ambiente Marco Porcu si procederà alla sottoscrizione del rinnovo del Protocollo di intesa per  la costituzione della “Rete dei Parchi e delle Aree Naturali della Sardegna”. In concomitanza previsto inoltre un evento di liberazione di un esemplare di Caretta Caretta dalla Spiaggetta di Tramariglio. 

Giovedì 19 Ottobre presso la sede del Parco di Porto Conte, a Casa Gioiosa in Loc. Tramariglio, si terrà  l’incontro convocato dalla Regione Autonoma della Sardegna, Assessorato della Difesa dell’Ambiente, con i  Presidenti e i Commissari di tutte le Aree Protette della Sardegna per il rinnovo del protocollo di intesa sulla  “Rete delle Aree Naturali Protette della Sardegna”. Dopo un attento lavoro di coordinamento la Regione Autonoma della Sardegna, attraverso l’Assessorato della  Difesa dell’Ambiente, ha varato il nuovo protocollo di intesa, alla cui sottoscrizione prenderanno parte le 11 realtà istituzionali rappresentative di tutte le Aree Protette della Sardegna riunite nella nuova “Rete dei Parchi  e delle Aree Naturali della Sardegna”.

Sottoscriveranno l’accordo i due Parchi nazionali: Parco Nazionale dell’Asinara e Area Marina protetta Isola  dell’Asinara e il Parco Nazionale dell’Arcipelago de La Maddalena, i quattro parchi regionali: Parco Naturale  Regionale di Porto Conte e Area Marina Protetta Capo Caccia-Isola Piana, il Parco Naturale Regionale di  Tepilora, il Parco Naturale Regionale di Gutturu Mannu, il Parco Naturale Regionale di Molentargius-Saline, e aree marine protette: Area Marina protetta Capo Testa- Punta Falcone, l’Area Marina Protetta del Sinis – Isola Mal di ventre, l’Area Marina Protetta Tavolara- Punta Coda Cavallo, l’Area Marina Protetta Capo  Carbonara. Sottoscriverà l’accordo anche il Parco Geominerario, Storico Ambientale della Sardegna.

Si tratta di un importante atto che disciplina le attività di uno strumento di Rete, che, per mezzo di un effettivo  gruppo di lavoro, sarà capace di garantire una programmazione unitaria e una strategia di gestione condivisa, volta a favorire la diffusione di buone pratiche ecosostenibili e lo sviluppo di attività di tutela e conservazione  congiunte, nell’ottica di una più ampia visione di sviluppo del territorio regionale.

Prima di procedere alla firma prevista per le ore 16.00, il programma prevede alle ore 15.00 la liberazione in  mare di un esemplare di Caretta Caretta, presso la spiaggia di Tramariglio. Saranno presenti alla liberazione anche i rappresentanti delle forze di sorveglianza che hanno coadiuvato le azioni di salvataggio dell’esemplare  trovato presso la banchina del porto di Alghero. Grazie all’immediato intervento da parte della Guardia Costiera di Alghero la tartaruga, chiamata Agnese, ferita e impigliata in un groviglio di reti e cime di nylon è  stata recuperata e salvata e portata al centro recupero animali marini del Parco Nazionale dell’Asinara dove è  stata curata e riabilitata dall’equipe veterinaria che lì opera. Saranno presenti anche due classi dell’Istituto  Comprensivo N.1 di Alghero e gli studenti dell’I.I.S. Leonardo Da Vinci di Lanusei (Nu) coinvolte dal CEAS  del Parco di Porto Conte per lo svolgimento di attività di educazione ambientale.


Condividi:


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi