Lunedì 27 Maggio, aggiornato alle 22:26

CdQ Fertilia-Arenosu: le nostre richieste continuano ad essere disattese. Dalla politica regionale solo dichiarazioni propagandistiche

CdQ Fertilia-Arenosu: le nostre richieste continuano ad essere disattese. Dalla politica regionale solo dichiarazioni propagandistiche

“Da anni segnaliamo le pessime condizioni dei marciapiedi e delle strade a Fertilia, ma le nostre richieste continuano ad essere disattese e i nostri continui appelli alla sicurezza, malgrado supportati da un alto numero di incidenti occorsi ai nostri concittadini, sembrano cadere nel vuoto.

Ci chiediamo a questo punto cosa significhi per qualcuno avere una “delega alle borgate”.

Sono passati mesi da quando una delegazione del CdQ Fertilia-Arenosu si è recata presso gli uffici della Provincia per discutere della rotatoria ingresso a Fertilia e dell’ingresso da Punta Negra.

In quell’occasione, eravamo riusciti a far dialogare tra loro ANAS, Provincia di Sassari e Comune di Alghero. Il risultato è sotto gli occhi di tutti: Il solito “nulla di fatto”.

Altri argomenti importanti, quali ad esempio la sempre maggiore presenza di fauna selvatica nei centri abitati (e per le strade) o le condizioni della viabilità nell’agro, rimangono costantemente sul tavolo. E questo malgrado su certi temi si lavori in sinergia con gli altri Comitati.

Altro punto cruciale è rappresentato dal verde pubblico, pinete e agro. Sappiamo che Forestas è pronta ad aprire i cantieri. Ancora nulla si muove perché Il Comune deve dare una risposta (proprio a Forestas) sulla fornitura delle attrezzature. Siamo in attesa.

Tutto il lavoro fatto da noi in più di un anno riguardo Cine-Teatro è stato “fermato” dal diktat (chissà dato da chi) di non parlare più col nostro Comitato. Eppure è proprio attraverso l’impegno e la perseveranza di noi cittadini che si è riusciti, in accordo con i rappresentanti dell’amministrazione regionale a capo degli assessorati coinvolti, a rendere nuovamente disponibili 1.800.000€ ancora fermi in Regione, poco prima di vederli definitivamente persi.

Malgrado il nostro impegno, tramite il quale tutto è partito, siamo ora in attesa di notizie in quanto non essendo associazione riconosciuta dall’amministrazione comunale, secondo qualcuno non abbiamo il “diritto” di sapere come vengono utilizzati quei soldi pubblici, né di essere informati su come stiano lavorando su temi che riguardano noi stessi e il nostro futuro.

Da alcuni esponenti della politica regionale, abbiamo letto sui giornali solo dichiarazioni propagandistiche e fantasiose su progetti ormai decaduti. Richiami al vecchio progetto di Riqualificazione di Fertilia, elenchi sterili di azioni e progetti inutili o irrealizzabili, che mettono in luce quanto poco, chi parla di Fertilia, sa di Fertilia. Inutili promesse, inutile propaganda.

Eppure noi siamo qui, pronti a collaborare e disponibili al dialogo e al confronto. Sempre.

A rischio di sembrare ripetitivi, insistiamo col sottolineare che il riconoscimento delle associazioni del territorio, almeno per quelle già in possesso dei requisiti, è un obbligo di legge costantemente disatteso da tutte le Giunte comunali che si sono succedute, almeno negli ultimi dieci anni.

Non serve tutto il tempo che vogliono farci credere sia necessario. Serve la volontà.

Diamo per certo che sia una questione di “volontà”, perché l’alternativa sarebbe una ben più grave questione di “capacità”.

Ma non hanno neanche il coraggio di dirlo apertamente che non ci vogliono “tra i piedi”?

Forse no, non con le elezioni alle porte.

Aspettare che tutta l’area del Comune sia rappresentata e identificata in Comitati è un metodo efficace per rimandare in eterno la soluzione a questo progetto che era parte del programma elettorale di tutte le giunte degli ultimi anni, compresa l’attuale. Il perfezionismo come strumento di procrastinazione.

Nel frattempo in Comune hanno diverse nostre richieste di incontro rimaste inevase. L’ultima, inviata tramite pec un mese e mezzo fa, alla quale ancora non è seguita alcuna risposta malgrado l’interessamento diretto per le vie brevi con gli uffici di Segreteria e alcuni Assessori.

Capiamo le difficoltà che sta attraversando l’amministrazione in questi giorni, allo stesso tempo ricordiamo che il loro lavoro è per la Comunità, e dev’essere fatto in modo trasparente, con impegno, fino all’ultimo giorno pagato”, per il CdQ Fertilia-Arenosu firma la nota il  Presidente Arch. Luca Rondoni 


Condividi:


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi