Sabato 20 Luglio, aggiornato alle 11:02

Asfalti non in tutta la sede stradale ma per tre metri, l’Assessore Peru ammette che è una situazione tampone. Arriva Abbanoa che ritaglia

Asfalti non in tutta la sede stradale ma per tre metri, l’Assessore Peru ammette che è una situazione tampone. Arriva Abbanoa che ritaglia

Che ad Alghero si stia operando nel ripristino del manto stradale, lo stanno vedendo da qualche giorno gli automobilisti, che sono costretti a vere percorrenze alternative, per non intralciare ulteriormente il traffico cittadino.

Rifacimento atteso da anni dopo lo smantellamento degli asfalti cittadini, per la posa della rete del gas, ma non solo.

Le strade sono state ulteriormente aperte per posizionare linee telefoniche, un grande cantiere di lavoro ha interessato la città ormai da tempo, in uno scoordinato procedere, dove ognuno, vistosi autorizzato, ha tagliato e coperto, come è ben visibile nelle nostre strade, non solo asfalto a strisce, ma anche cemento ecologico.

Un sollevamento quasi popolare ha richiesto a gran voce all’amministrazione Comunale di procedere nell’asfalto delle vie cittadine, per consentire un transito in sicurezza, posto che le vie con le buche sono state delle autentiche trappole per chi é solito muoversi non solo in macchina ma in bici o in motocicletta.

La sorpresa arriva nel vedere i lavori conclusi. Le strade non sono tutte asfaltate nella loro completezza, ma talune solo per un diametro ( larghezza ndr) di 3 metri. Una sorpresa per molti, e della qualcosa ieri se ne è parlato nelle brevi interrogazioni in consiglio comunale.

L’assessore ai Lavori Pubblici chiamato in causa, ha ammesso candidamente che è stata una scelta obbligata dell’amministrazione, per centrare almeno due obiettivi: il primo poter procedere nella copertura di più spazi deteriorati possibili, il secondo non sprecare le risorse finanziarie da destinare a questo tipo di lavoro in questo momento.

Tutto per colpa del fatto che Abbanoa, da poco, procede anch’essa, al taglio di sedi stradali per rifacimento della condotta idrica (LEGGI). “Sono interventi che rientrano nel piano delle manutenzioni straordinarie che Abbanoa sta portando avanti nella rete idrica cittadina con l’obiettivo di un maggiore efficientamento del sistema. I tratti di rete oggetto di interventi sono stati individuati sulla base delle criticità evidenziate dai tecnici negli ultimi anni“, affermano dall’Azienda

Una vera jettatura per la nostra città, costretta da un taglia e cuci che pare non avere fine.

Fermo restando il sacrosanto diritto al rifacimento di una rete idrica colabrodo, non si capisce perché questo tipo di attività non sia stata programmata proprio in occasione dell’imponente sventramento al quale è stata sottoposta la città, per ovviare, come intuibile, a un disagio che pare non avere fine.

Chi amministra, in questo caso a metterci la faccia è stato l’assessore Lavori Pubblici Antonello Peru, non può che non prendere atto di una situazione, quell’attuale, che si cerca di tamponare, intervenendo soprattutto nella copertura delle buche e, nella misura di 3 m laterali laddove è previsto un nuovo taglio.

I commenti, taluni veramente caustici, cominciano a far capolino sui social, e sono cittadini inviperiti da un procedere che davvero non merita ulteriore commento.  C’è ancora da attendere, e da soffrire, e questo piano di asfalti, è solamente in certi tratti, un intervento per tamponare una situazione davvero complicata nelle sedi stradali della nostra città, destinate fra poco a essere ri- manomesse.


Condividi:


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi