Martedì 28 Maggio, aggiornato alle 16:03

Il Pd di Alghero stasera nomina il suo Segretario. Accordo fra Pirisi e Daga, ma la giornata si annuncia infuocata

Il Pd di Alghero stasera nomina il suo Segretario. Accordo fra Pirisi e Daga, ma la giornata si annuncia infuocata

Oggi sabato 16 settembre 2023 il segretario uscente del partito democratico di Alghero Mario Salis, ha convocato gli iscritti al Congresso del circolo di Alghero. L’obiettivo dichiarato del segretario uscente è la volontà di dare impulso e  vigore politico organizzativo, per affrontare al meglio le sfide che attendono il partito, e nella sede di via Mazzini 99 l’assemblea degli iscritti del partito democratico di Alghero dovrà affrontare i seguenti punti all’ordine del giorno:

formalità procedurali, previste dal regolamento, illustrazione delle linee politiche programmatiche dei candidati a segretario, con conseguente dibattito, e votazione finale, è previsto che il clou dell’assemblea si raggiungerà dalle ore 18:00 alle 21 quando ci saranno gli scrutini dei voti e la proclamazione degli eletti.

Dall’assemblea di oggi dovrà uscire il segretario cittadino del Partito Democratico che dovrà traghettarlo verso le sfide che attendono questo partito, prima fra tutte le elezioni regionali, poi a seguire quelle nel Comune di Alghero.

Non è un mistero che le due anime di questo partito ad Alghero, si siano Incontrate per cercare dopo sei mesi di totale empasse, una soluzione politica che consentisse a questo partito di riprendere il ruolo che merita nella scena politica locale.

Mimmo Pirisi, consigliere comunale in carica, un po’ la colonna portante in questi ultimi anni di questo partito, sceglie con non poco sofferenza di affidare la segreteria del partito ad Enrico Daga, esponente di spicco della corrente maggioritaria del partito ad Alghero.

C’è attesa proprio per quello che avverrà stasera dove verrà ratificato con i voti, il passaggio di Enrico Daga alla segreteria del partito. Mimmo Pirisi dovrebbe ricoprire la carica di Presidente dell’assemblea a dimostrazione che le due correnti hanno deciso, almeno così pare, di riannodare i fili che si erano strappati da qualche anno, nell’interesse unico di restituire vitalità e impulso propositivo a questo partito, che significa che ci sarà una gestione unitaria.

Non sarà e non è una decisione facile, questo lo si deve dire a chiare lettere. Pirisi e Daga, rappresentano due anime differenti di questo partito, per percorso politico, cultura . Pirisi un esponente navigato, ala sinistra, unico Consigliere in carica, è stato capace di tenere a galla il naviglio nel momento più tempestoso. Daga è l’espressione di punta dell’ala riformista, maggioritaria in questo momento. è proprio su un rapporto di forza basato talvolta sulla conta, che si è consumata l’impasse durata quasi sei mesi.

A rompere indugi e cercare un punto d’accordo, seppur con grande difficoltà, sono stati gli esponenti storici della sinistra algherese, che da tempo hanno cominciato a tessere i fili e costruire, un ponte possibile.

Nelle ultime ore un accordo, ma non è un’anime all’esterno. Direzione quasi equilibrata nella suddivisione dei delegati.

Volti noti della sinistra algherese non vedono di buon occhio la segreteria in capo a Enrico Daga. Ancora ieri sino a tarda ora se tentato un accordo che fra i maggiori esponenti c’è, ma unanimemente all’esterno non c’è.

Un accordo in questo momento che pesa tantissimo soprattutto nella corrente di Mimmo Pirisi, che nell’interesse unico di riproporre il partito sulla scena politica locale, rischia la rottura persino con i suoi esponenti provinciali di riferimento.

Stasera il dibattito è l’epilogo, dove ad ora di certo c’è l’accordo preso, ma si sa che in politica gli accordi vanno ratificati poi con i voti in assemblea, sotto gli occhi di tutti.

Una cosa è certa questo partito, nonostante il suo momento di affanno continua ad essere sotto attacco, persino dal fuoco amico. La storia purtroppo  ripercorre le sofferenze interne della sinistra algherese che pare non avere fine e pace.

E le telefonate roventi si incrociano, anche di alto livello, senza soluzione di continuità, e sarà un lunga giornata, ancora, prima che si conosca l’epilogo, diventa oggetto di opposizione, già annunciata.

 


Condividi:


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi