Lunedì 27 Maggio, aggiornato alle 22:26

LIFE Safe For Vultures, il grifone torna a volare dopo decenni nel Sud Est Sardegna

LIFE Safe For Vultures, il grifone torna a volare dopo decenni nel Sud Est Sardegna

Dopo decenni il grifone torna a volare nei cieli del Sud Est Sardegna. In attesa che il progetto LIFE Safe for Vultures produca i suoi frutti grazie alle azioni condotte per favorire il ripopolamento dell’area, un giovane appartenente alla popolazione che vive stabilmente nel quadrante nordoccidentale dell’isola, tra Alghero e Bosa, è stato protagonista di una simpatica incursione tra le case di Villasalto. La sua “trasferta” domenicale, che ha destato la curiosità di alcuni abitanti, si è conclusa nel tardo pomeriggio nel territorio tra Villagreca e Nuraminis, in prossimità della statale 131, dove è stato recuperato dagli agenti del Corpo Forestale e di Vigilanza Ambientale per essere poi affidato al Centro di recupero della fauna selvatica (CARFS) dell’Agenzia Forestas, a Monastir, all’interno del quale è tenuto attualmente sotto osservazione veterinaria.

L’esemplare, un giovane nato quest’anno, non è il primo a essersi spinto fino a quell’area: i gps di cui sono dotati i grifoni coinvolti nel processo di ripopolamento hanno rilevato che sono sempre più frequenti le incursioni nel meridione dell’isola. Ma la sua presenza è stata notata e testimoniata perché ha raggiunto il centro abitato, si è addentrato in un piccolo giardino privato, dove ha rovistato in una cassetta colma di melanzane, e ha volato intorno all’area per alcune ore prima di decidere che fosse giunta l’ora di fare ritorno a casa.

LIFE Safe for Vultures – progetto al quale partecipano il Dipartimento di Medicina Veterinaria dell’Università di Sassari, che è il capofila, l’Agenzia Forestas, il Corpo Forestale e di Vigilanza Ambientale, E-Distribuzione e la Vulture Conservation Foundation – mira a estendere nel resto dell’isola i risultati ottenuti con LIFE Under Grifon Wings nel Nord Ovest Sardegna, nella prospettiva di assicurare la sopravvivenza a lungo termine del grifone in tutta la regione, e di favorire il suo ritorno nelle zone dalle quali manca da diversi lustri. Proprio a questo scopo, l’Agenzia Forestas ha realizzato nel cantiere boschivo all’interno del territorio comunale di Villasalto una stazione di alimentazione per gli uccelli necrofagi, una voliera di ambientamento dalla quale saranno rilasciati nell’arco di 3 anni una cinquantina di esemplari provenienti dalla Spagna, una stazione di birdwatching e un’area picnic per permettere di poter osservare i grifoni. Attualmente la voliera ospita 12 grifoni provenienti dalla Spagna: non è escluso che sia stata proprio la loro presenza nonché la disponibilità di cibo, ad aver attratto il giovane grifone.

La presenza di altri grifoni all’interno della voliera, nonché la disponibilità di cibo nella stazione di alimentazione, hanno effettivamente l’obiettivo di favorire le operazioni di restocking e l’insediamento di un nucleo di grifoni anche nel Sud Sardegna. Se così fosse, la simpatica e inattesa escursione rappresenterebbe un ottimo segnale rispetto agli obiettivi del progetto e agli sforzi messi in campo sinora.


Condividi:


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi