Giovedì 18 Luglio, aggiornato alle 22:11

Nell’ex caserma dei carabinieri di via Simon solo Fashion e Design? Si apra un dibattito

Nell’ex caserma dei carabinieri di via Simon solo Fashion e Design? Si apra un dibattito

L’ex caserma dei carabinieri di via Simon, è uno dei pochi gioielli in mano all’amministrazione oggetto di un poderoso progetto di ristrutturazione e riqualificazione, dove alla sua conclusione alla città verrà regalato uno spazio di grande valore, sotto tutti i punti di vista.

Ieri il gruppo consiliare di Forza Italia in una nota ha lasciato intendere che la struttura possa essere funzionale per attività culturali, creative, artistiche comprese quelle tecnologiche, educative e artigianali, come un polo formativo per la fashion design.

Ritorna in auge, un ruolo di primo piano per Antonio Marras, il talento locale indiscusso che nel campo della moda si è ritagliato un ruolo di primo piano non sono nazionale ma internazionale, con lui, l’ipotesi che vi possa essere un connubio artistico imprenditoriale con il gruppo Calzedonia, nell’opzione possibile di poter realizzare uno strumento per valorizzare la creatività sarda con il ruolo di Antonio Marras quale direttore artistico della struttura, finalizzata alla promozione della fashion design abbinata alla Sardegna. Un progetto che di fatto restituisce Antonio Marras e alla sua creatività, un ruolo di primo piano, adombrato quando una struttura quella in Piazza Civica, ex Marinai d’Italia, era stata a lui destinata, poi dall’Amministrazione comunale dedicata ad altre attività, oggi ancora un cantiere in fase di ristrutturazione.

Ma come intuibile tutti i progetti che interessano i recuperi, le ristrutturazioni, e le finalità che dovrebbero contenere, hanno aperto il campo a un dibattito , dove in primo piano emerge che ,  si possa  condividere che una struttura di tale portata, di notevole  pregio storico ed urbanistico possa essere destinata ad attività che come si intuisce vuole abbinare il nome degli artisti al brand Alghero, di fatto esclusiva.

Ed è difficile non immaginare che un pezzo della politica locale potrebbe auspicare altra destinazione per questo immobile pregiato ubicato nel cuore di Alghero.  E la prima cosa che ci viene in mente, riguarda locali da adibire a funzioni di supporto nell’attività amministrativa della città. Uno per tutti gli uffici del sindaco di Alghero, dislocati oggi e frammentati per la città dove, potrebbero trovare accoglienza in uno stabile che potrebbe diventare di colpo lo stabile dell’Amministrazione della città di Alghero, la casa di Alghero.

Di questo purtroppo non se ne fa parola, ma molti sommessamente cominciano a parlarne. Se come è vero l’amministrazione comunale ha fatto fronte all’acquisto di immobili ubicati in periferia da destinare ad uffici comunali, oggi pochi e poco funzionali, non si comprende come ora, nell’ipotesi che questa struttura possa essere recuperata integralmente, non si trovi per essa una destinazione che sia finalizzata al servizio pubblico. Si pensi all’ufficio di rappresentanza dell’Assessorato al Turismo, oggi ubicato in Piazza Civica, verso il quale la stessa Università di Sassari ha fatto proposta concreta per entrarne in uso con attività finalizzate al suo ruolo istituzionale, richiesta ribadita nei giorni scorsi dal Rettore Gavino Mariotti in un incontro pubblico al Quarter.

Ecco sarebbe opportuno che la classe politica riflettesse sulla struttura di via Simon e aprisse un dibattito, per trovare la miglior proposta possibile per il fine che dovrà avere questo immobile, che ripetiamo è unico nella sua specificità ad Alghero, e di fatto è  nel cuore pulsante della città. E sarebbe persino un modo per mantenere in vita un nucleo urbano dandogli nuovo impulso, nuova destinazione, nuova attività, nuova vita. Sarebbe auspicabile che proprio sul tema se ne parli con l’attenzione dovuta a un intervento, che, oggi ha il plauso incondizionato di tutta la città.


Condividi:


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi