Venerdì 19 Luglio, aggiornato alle 21:53

Stefano Campus e tanti cittadini sull’impianto di telefonia al Parco tarragona non mollano: nel Piano generale di Settore, l’ Area è interdetta

Stefano Campus e tanti cittadini sull’impianto di telefonia al Parco tarragona non mollano: nel Piano generale di Settore,  l’ Area è interdetta

Stefano campus non molla sulla torre per telefonia mobile da installare nel Parco Tarragona,alza ulteriormente il tiro e scrive Al Segretario Generale del Comune di Alghero        , Al Dirigente Settore Demanio Comune di Alghero    , Al Dirigente Settore Ambiente Comune di Alghero   , Al Direttore  ARPA SASSARI E GALLURA      , A UTP Sardegna Settentrionale Sassari   , A Soprintendenza ABAP Sassari,     una nota che ha per oggetto Comune di Alghero- indizione conferenza di servizi codice univoco: 1397016.1009-1521-647839 numero di protocollo 78306/6.3/1666- Progetto per la realizzazione e l’installazione di un impianto per la telefonia mobile cellulare del gestore ILIAD denominato ss 07041-010- Alghero Parco Tarragona. Si legge nella missiva:

Con il procedimento sopra indicato il Comune di Alghero ha attivato la conferenza di servizi finalizzata alla concessione per l’installazione di un impianto di telefonia mobile nel “Parco Tarragona” di  Alghero. Si tratta di un’area verde attrezzata  ubicata nel centro cittadino ,( area ex cimiteriale) adiacente  a due istituti scolastici, ad un convitto dell’Istituto alberghiero ed a un edificio adibito al culto  nonché ad una  torre per le telecomunicazioni della TIM-Telecom.

Detto procedimento  sembrerebbe  in evidente contrasto con quanto stabilito  da un precedente provvedimento della stessa Amministrazione Comunale; infatti con deliberazione del Consiglio Comunale  n 45 del 18/12/2002 è stato approvato il “ Piano Generale di Settore relativo all’inquinamento elettromagnetico” redatto dall’Ing. Massimo Tuminelli. L’art 4 di detto Regolamento “ Regimi autorizzativi”  prevede che “ E’ esclusa tassativamente la possibilità di consentire l’installazione di impianti sopra edifici ad uso della popolazione  in età pediatrica ( 0-14 anni), sopra gli ospedali e le case di cura, le aree verdi e per una distanza di rispetto di 60 metri dagli stessi”. Come detto l’installazione del nuovo impianto risulta a meno di 60 dagli istituti scolastici e dall’area verde attrezzata.

Inoltre nelle immediate vicinanze di dette strutture esiste una importante torre della TIM Telecom,  situazione che  comporterebbe  nella stessa area un sovraccarico di impianti di telefonia e quindi di inquinamento elettromagnetico.  Per questi motivi nella leggenda  1) allegata al citato Piano generale di Settore,  l’area in oggetto è indicata come “ Area interdetta”  ad altre sorgenti elettromagnetiche, come l’impianto in discussione.

L’Amministrazione Comunale di Alghero contraddicendo a quanto dalla stessa  precedentemente regolamentato con la deliberazione n 28 del 18/05/2022 prevede un  impianto nel ParcoTarragona, ovvero in una “area interdetta”  in cui  è “ esclusa tassativamente la possibilità di consentire l’installazione di impianti di telecomunicazione  a tecnologia cellulare.

Lo studio di Settore, escludendo interventi in tale area, ha evidentemente tenuto conto non solo della presenza di edifici scolastici e di una importante area verde frequentata da numerose famiglie con bambini in età pediatrica,  ma anche della esistenza di un importante sorgente di campi elettromagnetici costituito dall’impianto della TIM- telecom di Via G. Verdi.

Inoltre, riteniamo che nelle immediate adiacenze di una area verde attrezzata ubicata in area urbana centrale, la presenza di una “torre”, che normalmente  dovrebbe elevarsi ad una altezza di circa 30 metri, sia di rilevante impatto ambientale.

Per dette considerazioni invitiamo l’Amministrazione Comunale a sospendere la procedura avviata con la succitata conferenza di servizi ed a una attenta valutazione di tutti gli atti anche al fine di escludere eventuali vizi formali e o sostanziali e conseguenti responsabilità. Contestualmente si invitano gli altri Enti in indirizzo ad una valutazione circa l’impatto ambientale e paesaggistico dell’intervento proposto. Rimaniamo a disposizione al fine di collaborare e chiarire quanto esposto nella presente nota.

Cordiali Saluti

Stefano Campus a nome di un comitato spontaneo di cittadini


Condividi:


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi