Mercoledì 24 Aprile, aggiornato alle 19:14

Visioni Sarde – “Biblioteca sotto le stelle 2023 ” ospiterà il giovane cinema sardo il 10 e 17 agosto

Visioni Sarde – “Biblioteca sotto le stelle 2023 ” ospiterà il giovane  cinema sardo il 10 e 17 agosto

A poche settimane dalle tappe di Monaco di Baviera e Brisbane (Australia) la rassegna cinematografica Visioni Sarde si ferma nel piccolissimo borgo di Villa Verde (OR)  confermandosi così universale strumento di divertimento e riflessione.

*La rassegna “Biblioteca sotto le stelle 2023” organizzata  dalla biblioteca “Antoni Cuccu” col supporto dell’amministrazione comunale ha dedicato  due serate al cinema prodotto in Sardegna. “Per noi è un grande piacere ospitare, per il secondo anno consecutivo, questa interessante rassegna con la quale potremo, ancora una volta, apprezzare i lavori dei giovani talenti del cinema sardo – afferma il Sindaco Sandro Marchi – Saremo ben lieti di consolidare la collaborazione con le associazioni che si occupano della distribuzione affinché Visioni Sarde possa diventare un appuntamento fisso di crescita culturale per il nostro paese”

 

A poche settimane dalle tappe di Monaco di Baviera e Brisbane (Australia) il cinema si ferma così nel piccolissimo borgo dell’alta Marmilla confermandosi universale strumento di divertimento e riflessione.

Oltre che occasione di svago e aggregazione – ha dichiarato  Sara Melosu che ne cura l’organizzazione per conto della Biblioteca Comunale)- le due serate stimoleranno  la riflessione, il confronto e la discussione nella consapevolezza che i film proposti affrontino temi di stringente attualità e di interesse generale”.

 

“Biblioteca sotto le stelle”  ha convocato gli spettatori presso il cortile interno della biblioteca per le ore 21.30  con il seguente programma:

Giovedi 10 agosto:

  • Una splendida felicità” di Simeone Latini. Eleonora ha 16 anni ed è pietrificata da ciò che sta accadendo. Più il virus si diffonde, più la paura paralizza la sua vita di adolescente, con la famiglia e gli amici. Troverà la forza rifugiandosi nella poesia e in lei risuoneranno le parole di conforto e incoraggiamento della nonna ;
  • Santamaria” di Andrea Deidda. Negli anni d’oro della boxe un giovane si prepara al primo incontro della sua carriera: la scalata all’Olimpo del pugilato inizia sul ring di un piccolo paese dove finte, diretti e montanti svelano la potenza dei sogni di un boxeur ragazzino;
  • Senza te- Without you” di Sergio Falchi. Un anziano che ha perso la moglie vive da solo il primo periodo della pandemia. A causa del Covid non può avere rapporti neppure con la nipote che gli porta da mangiare e vive nel ricordo dell’amore della sua vita;
  • Mammaranca” di Francesco Piras. Giovanni e Michele hanno undici e nove anni e vivono in un quartiere popolare della periferia di Cagliari. La vita dei due bambini sembra cambiare dopo l’arrivo improvviso di un gratta e vinci.

Giovedi 17 agosto:

  • 12 Aprile” di Antonello Deidda. Un ironico viaggio nel tempo che unisce il mitico giorno, in cui nel 1970 la squadra di calcio del Cagliari vinse lo scudetto e quello del 2020, in pieno lockdown, in una città deserta e inquietante;
  • Fradi miu” di Simone Contu. Un pastore deve vendicare la morte del fratello maggiore, ucciso molti anni prima sotto i suoi occhi di adolescente. Ma la vendetta non si addice alla sua indole pacifica, o almeno così sembra;
  • La Venere di Milis” di Giorgia Puliga. La storia si dipana tra tentativi di imboscamento da parte di Toni agricoltore rassegnato, equivoci e momenti di suspense, con le donne del passato lontano o quelle del presente sempre forze motrici del destino degli uomini.

 

La rassegna Visioni Sarde con le giornate a Villa Verde, conferma la sua missione culturale tesa a promuove l’arte cinematografica in luoghi dove non sono presenti sale cinematografiche, portando così il cinema di qualità “sotto casa” .

Il progetto è co-organizzato dalla Cineteca di Bologna e da Sardegna Film Commission. Collaborano alla distribuzione il circolo “A. Gramsci” di Torino e l’associazione  bolognese “Visioni da Ichnussa“.

__________________

*courtesy  Bruno Mossa, Presidente dell’Associazione di promozione cinematografica “Visioni da Ichnussa”

Condividi:


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi