Mercoledì 27 Settembre, aggiornato alle 20:27

Nella campagna di rafforzamento dell’Alghero la figura di Nazario Gatti è centrale: è una garante

Nella campagna di rafforzamento dell’Alghero la figura di Nazario Gatti è centrale: è una garante

Per parlare di quanto sta avvenendo ad Alghero, in campo calcistico, dove la squadra che militerà in promozione, praticamente sta imperversando sul mercato, bisogna fare un passo indietro, arretrare le lancette del tempo al 2007, a 15 anni fa circa.

Molti in questi giorni si chiedono come sia possibile che una società, composta da giovani abbia la possibilità di accedere sul mercato, portando a casa giocatori, anche di categorie superiori, che è solo una tipicità di chi nel settore c’è da tempo, e conosce le dinamiche, fatte di conoscenze, garanzie e credibilità. In parole povere lavoro da Direttori Sportivi, professionisti, profondi conoscitori dell’ambiente.

Ad Alghero il personaggio che ha lasciato il segno indelebile, e ancora oggi è presente sulla scena calcistica, da protagonista, seppur senza clamore, senza fari puntati addosso, ha un nome e cognome, si chiama Nazario Gatti. E’ lui che nel lontano 2008 ad Alghero getta le basi di una neo nata società che si chiamava Brescia calcio.

Aveva posto ad Alghero una base importante, un avamposto per catturare talenti, sapendo che Alghero era una autentica miniera di giovani talenti.

Si affidò per dare corpo al suo progetto, a delle persone di Alghero che dovevano fungere da collaboratori fiduciari del Brescia calcio: Leonardo Tilloca, Luca Marcomini, Gianluca Erre, Massimo Peana, per citarne alcuni. Da Brescia ad Alghero arrivarono Silvio Broli, Roberto Beccalossi, il Responsabile nazionale dei provini Ferdinando Possi, ed ecco la figura chiave, l’osservatore su tutto Nazario Gatti.

Da allora fra Nazario Gatti e Alghero il cordone ombelicale di fatto non si è mai rescisso.

È un grande conoscitore di calcio, con trascorsi da allenatore con ottimi risultati, maestro e insegnante per molti , da tempo si dedica allo scouting ed è uno che ha un grande portfolio a disposizione, tutto perché la sua esperienza, di una vita trascorsa sui campi di calcio, lo ha portato ad essere quasi in maniera naturale, un talent scout come pochi altri se ne conoscono nel Nord Italia. E vede quello che altri non vedono, e intuisce con largo anticipo persino il futuro che uno potrebbe avere. Chi sa di calcio, chi conosce il calcio, non ha che da chiedere chi sia Nazario Gatti, un personaggio conosciuto a Brescia sino ad arrivare ai vertici societari da collaboratore stretto del mitico Presidente Corioni. E’ lui che ha scoperto Andrea Pirlo, Leonardo Morosini, poi, udite udite Carnasciali, Caracciolo, Toni, Bonazzoli, Bortolotti, Handanovic, Isla, Licsteiner, Zieghler, Berahami, Hamsic, Tonali, Cranio, Muriel, Falasco, Magrassi, Donnaruma, Giorginho, Romagnoli, Svolti, Baronia, Biasotti, Podavini, giusto per capire di chi si parla.

Il Brescia Calcio cambia nome, diventa Alghero Calcio, ma i buoni rapporti si manatengono e si consolidano

E’ lui che, oggi, agendo da Direttore Sportivo dell’Alghero, di fatto è il garante delle operazioni di mercato che questa squadra sta portando a termine soprattutto in Lombardia. È lui che ha garantito su Joel Baraye, è lui che ha chiuso l’accordo con Baba Seck, altro giocatore sicuramente di altra levatura approdato ad Alghero. Leonardo Tilloca, che nell’ Alghero funge da Direttore Generale è quello che con Nazario Gatti è in ottimi rapporti. Se si cerca di parlare con lui di questo uomo, il massimo che concede è un sorriso,  che è tutto un programma, ed è una ammissione degli ottimi rapporti che intercorrono fra di loro. E proprio su questa collaborazione si sta puntando moltissimo perché Nazario Gatti ha capito che bisogna dare una mano a questa squadra, a questa giovane società per poterla spingere sino ai vertici dei campionati dilettantistici, quindi verso l’Eccellenza.

Cosa facile da dirsi ma non altrettanto a farsi, perché c’è bisogno di giocatori di valore, affidabili che soprattutto non chiedano la luna.

Già, perché ad Alghero stanno toccando con mano quanto complesso sia il mercato estivo per rafforzare una squadra.

Nessun giocatore viaggia da solo, ognuno ha il suo riferimento, ognuno ha il suo manager, troppi giocano al rialzo. Allora dalla Riviera del Corallo lo sguardo che vada oltre Tirreno e quasi un atto dovuto.

Leonardo Tilloca, insieme a Andrea Pinna, non ci hanno pensato due volte a coinvolgere nel loro programma un uomo che sino ad oggi garantisce sui giocatori fatti approdare ad Alghero.

I giallorossi per chiudere una casella scoperta, stanno tentando di portare in Sardegna un centrale difensivo di assoluto valore. C’è una trattativa, di questo e certo ma di più ad ora non è dato sapere.

Quello che invece è certo è che dal Latte Dolce arrivano due giocatori di qualità Pastore e Alberti, che andranno ad integrare la rosa dei fuori quota che il tecnico Giandon vuole affidabile.

E’ cosa fatta anche il trasferimento del giovane Antonio Marras che va alla Torres di Sassari, mentre è dato per certo l’arrivo da Cagliari di due giocatori classe 2006 sui quali garantisce il tecnico .

A questo punto la squadra dovrebbe essere fatta, si procederà solo a perfezionare la rosa sino a portarla a 22 unità, poi scorcio di vacanze e inizio della preparazione fissata nella prima quindicina di agosto.

Sarà l’inizio di un’avventura sulla quale molti stanno scommettendo, e le attese in città sono tante, perché si capisce che si sta componendo una squadra che punta senza mezzi termini a vincere, e per farlo si affida per ora ad Antonio Sechi, Roberto Sini, Marco Urgias, Antonio Masala e Giuseppe Mula, oltre ai vari giovani, come Francesco Manunta, Flavio Sasso e Matteo Marrosu poi al jolly Paolo Carboni, e ancora a Stefano Mereu , Spanu, Madeddu, e un attacco esplosivo con Joel Baraye, Giuseppe Meloni, Marco Carboni, Seck Baba Ndaw.

Nella foto di copertina l’accordo e la stretta di mano fra Nazario Gatti e Seck Baba Ndaw

Condividi:


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi