Domenica 14 Aprile, aggiornato alle 22:59

I piloti dell’Extreme E in campo a Teulada nel match di beach volley con Olimpia Sant’Antioco e Pallavolo Sulcis

I piloti dell’Extreme E in campo a Teulada nel match di beach volley con Olimpia Sant’Antioco e Pallavolo Sulcis

In attesa del doppio Island X Prix, i piloti dell’Extreme E in campo a Teulada nel match di beach volley con Olimpia Sant’Antioco e Pallavolo Sulcis. La gara della serie internazionale di Suv elettrici co-organizzata dall’Aci si correrà sabato e domenica a Teulada. Negli eventi abbinati alla manifestazione, amichevole in spiaggia e progetto Legacy, alla scoperta del mondo delle api

 

In attesa dell’avvincente weekend di gare che sabato 8 e domenica 9 vedrà i piloti della serie internazionale Extreme E misurarsi nel doppio round dell’Island X Prix, co-organizzato e coordinato dall’Automobile Club d’Italia con il supporto della Regione Sardegna, proseguono gli eventi collaterali e le attività benefiche Legacy.

Gli eventi. La scorsa settimana, grazie al tour Aci and Extreme E Showcar, un Suv Odyssey21 era stato esposto nelle piazze di Iglesias, Carbonia e Cagliari. Ieri pomeriggio, invece, i riflettori sono stati puntati su Teulada, teatro di una divertente e curiosa sfida di beach volley tra i piloti dei team in gara e, non a caso, gli atleti di due eccellenze sportive sulcitane, l’Olimpia Sant’Antioco e la Pallavolo Sulcis di Cortoghiana. La sabbia finissima e acque cristalline di Porto Pino, all’altezza del chiosco L’Oasi Azzurra, sono stati la cornice dell’evento organizzato da Extreme E e Aci e patrocinato dal Comune di Teulada. Una manifestazione in cui, per una volta, non c’era alcuna coppa in palio ma in grado di offrire ai giovani talenti dei territorio l’impagabile opportunità di giocare gomito a gomito con dei campioni del motorsport mondiale.

“Siamo lieti di aver partecipato a una simile iniziativa, non solo per la visibilità avuta – poiché farsi conoscere è molto importante – ma anche per aver fatto vivere ai ragazzi un’esperienza così piacevole e divertente, specialmente per degli atleti giovani come i nostri. La società sta puntando sulle migliori promesse del territorio, che è stato ampiamente rappresentato a Teulada”, ha commentato Stefano Serafini, accompagnatore dell’Olimpia Sant’Antioco, che ha partecipato alla manifestazione con i giocatori delle maschili.

“Spiaggia bellissima, organizzazione perfetta. Non so se il connubio tra motori e volley sia del tutto inedito, ma sicuramente è stato molto apprezzato. Gli atleti di Sant’Antioco e le nostre giocatrici della Pallavolo Sulcis hanno sposato con entusiasmo questa iniziativa che ha consentito loro di disputare questa sorta di “collegiale” coi piloti. Grazie all’Aci e all’Extreme per averci coinvolto”, ha sottolineato Giuseppe Perra, presidente della Pallavolo Sulcis di Cortoghiana, che ha garantito la presenza delle proprie atlete.

Grande soddisfazione anche da parte del neoeletto sindaco di Teulada, Angelo Milia. “Siamo molto lieti di aver patrocinato un evento di socializzazione tra due realtà diverse come l’automobilismo e la pallavolo in un territorio che si presta a qualsiasi tipo di evento. Tutto ciò che è legato alla promozione del territorio è per noi molto importante e speriamo che possano esserci altre collaborazioni così significative, anche per approfondire i principi cardine di questa manifestazione, l’eco-sostenibilità e le energie alternative, temi di estrema importanza per l’intero pianeta”.

Il Legacy Programme. Oggi, invece, i piloti dell’Island X Prix sono stati impegnati nella trasferta a San Sperate, dove hanno conosciuto l’affascinante mondo delle api e dell’apicoltura. Ospiti di un’eccellenza come Terrantiga, nata nel 1770 grazie ad Agostino Contu, consorzio che tutela e impiega solo la varietà delle api italiane e tutela in particolare l’ape autoctona della Sardegna. Un apicoltore ha spiegato agli ambasciatori di ciascun team gli alveari, le api regine e il miele di eucalipto, quelli che si sta producendo in questo periodo. è “Hanno vissuto questa esperienza con grande entusiasmo. Abbiamo illustrato loro i vari problemi che stiamo affrontando in questo periodo in seguito ai cambiamenti climatici e all’uso di pesticidi. A questi si somma anche l’arrivo di miele estero, di scarsa qualità e a basso prezzo, che sta sfavorendo l’apicoltura sarda”, ha spiegato Francesco Caboni di Terrantiga. “I piloti hanno degustato i migliori mieli sardi – come asfodelo, corbezzolo e cardo – che produciamo anche nel Montiferru e Goceano, dove abbiamo la maggior parte degli alveari di Terrantiga, che opera dal 1770”. 

Come ogni anno, e ogni tappa della serie, la serie Extreme E lascerà anche in Sardegna un’eredità – appunto il Legacy Programme – studiata per compensare i danni causati dai cambiamenti climatici. Dopo aver supportato, nelle edizioni precedenti, la riforestazione della poseidonia marina e quella delle aree danneggiate dagli incendi nel Montiferru, stavolta si penserà ad altre vittime delle fiamme che hanno divorato ettari di boschi: le api. Fondamentali per l’impollinazione, che garantisce la biodiversità, la sopravvivenza delle specie vegetali e arboree nonché dei frutti e delle verdure di cui l’uomo è gli animali si nutrono, le api hanno bisogno di essere tutelate e supportare. Per questo, ancora in collaborazione con MedSea, nel 2023 si provvederà a piantumare  alberi, cespugli e varietà mellifere, che favoriscano la presenza delle api.

La gara. Nel primo pomeriggio di oggi, gli equipaggi hanno effettuato la “track walk”, camminata lungo il tracciato necessaria per poterne studiare tutti i dettagli. La passeggiata lungo il percorso di 3,5 km disegnato all’interno dell’Area Addestrativa dell’Esercito di Capo Teulada è il primo contatto tra i piloti dei team e la pista che sabato e domenica assegnerà punti preziosissimi in chiave campionato, giunto al 5º e 6º round. Tante le novità rispetto ai percorsi utilizzati nelle precedenti edizioni dell’Island X Prix, si è passati da un tracciato più lungo a uno più corto ma intenso e vario, con diverse traiettorie possibili, tratti veloci e maggiori possibilità di compiere sorpassi. E domani, si accenderanno i motori per le prove libere, che daranno i primi riferimenti in termini dei tempi oltre a quelli dei test disputati dai piloti della serie, il cui compito è anche quello di testare il tracciato definitivo prima dell’arrivo dei team. Tra i piloti in gara, anche i nuovi arrivati Lia Block, competitiva figlia del compianto Ken, e l’agguerrito “cannibale” Sebastien Loeb, che in Sardegna sostituirà Nasser Al Attiyah al volante della Cupra, a caccia di punti d’oro .


Condividi:


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi