Sabato 13 Aprile, aggiornato alle 19:04

Buddusò – Spirit of Rocks, tutto pronto per il simposio del granito

Buddusò – Spirit of Rocks, tutto pronto per il simposio del granito

Da ieri sera cinque scultori avranno due settimane per realizzare le opere che arricchiranno il museo a cielo aperto

 

Buddusò, 1° luglio 2023 – È tutto pronto a Buddusò per l’inaugurazione della nuova edizione del simposio di scultura, quest’anno riproposto all’interno della nuova manifestazione Spirit of Rocks. I grandi blocchi sono già posizionati in attesa che questa sera alle 18.30 in piazza Fumu, si apra ufficialmente l’evento. 

Cinque gli artisti selezionati dall’amministrazione comunale: sono Giuseppe Amato di Sarule, Pinuccio Derosas di Olbia, Francesco Cadeddu di San Gavino Monreale, Adriano Ciarla di Massa Carrara, e Luka Radojevic del Montenegro, che per due settimane, scalpelli alla mano, dovranno realizzare un’opera sul tema della musica che poi arricchirà il museo a cielo aperto del paese, realizzato con opere d’arte in gradito create durante le precedenti edizioni del simposio. 

 

Un evento che nasce nel 1984, per volontà forte di Tomaso Tuccone, allora responsabile del centro culturale comunale, che grazie all’amministrazione dell’epoca guidata da Nino Mura diede il via alla manifestazione. Ed è proprio il figlio dell’ex primo cittadino, Antonio, oggi assessore alla Cultura del Comune di Buddusò, che raccogliendo l’eredità del padre fa ripartire la manifestazione storica e importante, inserendola in un contesto innovativo e attuale.

Gli enormi blocchi del materiale simbolo di Buddusò, pronti per essere plasmati per prendere nuova vita, sono stati messi a disposizione con grande entusiasmo dai cavatori del luogo: la Mannu Graniti, i Fratelli Nieddu, la Fiore Service, la Graniti Soro e i Fratelli Maureddu.

 

Spirit of Rocks vuole rappresentare una ripartenza, un momento d’incontro e approfondimento che attraverso l’arte punta a celebrare la più profonda cultura sarda attraverso la poesia, la fotografia, la pittura e la musica. La manifestazione proseguirà sabato 8 luglio con l’incontro dedicato al tema ‘Riabitare Buddusò’ con gli interventi programmati dell’Università di Sassari, degli operatori locali, e associazioni e aziende di carattere nazionale come Air B&B, Italia Nostra, Slow food e Touring club. Nella stessa serata in programma lo spettacolo teatrale ‘Sardi della Pianura’, di Renzo Cugis e Flavio Soriga, mentre domenica 9 alle 19 è prevista la presentazione del libro di Francesco Giorgioni ‘Libero, il sardo che girò il mondo in bicicletta’ in dialogo con Giacomo Mameli, inserito nel cartellone del Festival letterario regionale ‘7 sere, 7 piazze, 7 libri’.

 

Il weekend successivo spazio anche agli approfondimenti economici. La mattina di venerdì 14 e sabato 15 luglio nel centro culturale si svolgeranno due convegni dal titolo ‘Da Rifiuti a risorse: gli sfidi del granito, Domus de Janas dal villaggio ipogeo per un turismo sostenibile, La sostenibile leggerezza della pietra naturale autentica’ e ‘Sfide ed opportunità in Europa nel settore delle materie prime Circolarità e sostenibilità nel settore estrattivo-lapideo, in linea con i temi attuali e caldi’.

 

La manifestazione si chiuderà sabato 15 luglio in piazza Fumu con la presentazione delle opere realizzate dagli artisti e il gran concerto finale alle ore 21.30 degli artisti Sgribaz e Low-Red del movimento ‘la Nuova Sardegna’.


Condividi:


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi