Venerdì 23 Febbraio, aggiornato alle 15:27

IRONIK Festival 2023, XI Edizione – Perfugas, Museo Archeologico e Paleobotanico Giovedì 1 giugno

IRONIK Festival 2023, XI Edizione –   Perfugas, Museo Archeologico e Paleobotanico Giovedì 1 giugno

Giovedì 1 Giugno a Perfugas, piccola ma vivace realtà del Nord Sardegna, a due passi dal mare, si terrà la nona edizione del festival itinerante IRONIK, all’interno del giardino del MAP Museo Archeologico e Paleobotanico, in una location unica, con una line-up unica e una vista mozzafiato davanti a Monte Ruju; dalle ore 15:00 sino a notte fonda.

Il festival è un concentrato di attività multidisciplinari che celebrano l’unione tra musica e storia. Negli anni, l’evento, si è guadagnato una reputazione tra i festival alternativi di medie e grandi dimensioni in Italia, con una proposta musicale che lo ha sempre contraddistinto, costruendo uno spazio perfetto per lanciare e confermare artisti conosciuti in tutto nella scena musicale d’avanguardia.

“Nel cuore pulsante del patrimonio storico e culturale del nostro territorio, nel giardino del Museo Archeologico Paleobotanico di Perfugas, – afferma Gianfranco Satta, Presidente del GAL Anglona – l’IRONIK Festival darà vita ancora una volta ad un autentico viaggio esperienziale. Un percorso dove l’antico e il moderno si fondono, dove le note si perdono tra i reperti millenari. Si uniranno le radici profonde della nostra storia alla freschezza della musica elettronica contemporanea, rivelando le infinite sfaccettature di quest’arte in continua evoluzione. Partecipare significa vivere, respirare, e sentire il battito della storia che risuona nelle melodie del nostro tempo. Un modo straordinario per valorizzare e far conoscere le nostre radici, unendo il fascino dell’antico al ritmo del moderno.”

La line Up di quest’anno darà spazio a grandi nomi del panorama nazionale e internazionale: dal produttore Amedeo Inglese, aka Noi, che darà vita ad un set ibrido, al sassofonista e compositore Enzo Favata, reduce dal tour in Asia ed Europa, si esibirà in solo con un live che spazzierà dall’Experimental Jazz all’Elettronica. Marta Loddo, al secolo Mumucs, ci condurrà attraverso un onirico percorso sonoro, guidati dalla sua voce ammaliante. Kabaret Maker, resident del festival, proporrà un set eclettico e ricercato per un tramonto senza eguali. La dj Puta Caso ci farà ballare attraversando sonorità che vanno dalla bass music alla techno, dal rap alle contaminazioni sudamericane e afro. Arrogalla, non ha bisogno di presentazioni, insaziabile collezionista di suoni e di esperienze sonore, presenterà il suo nuovo progetto. A Renton, classe 1986, verrà affidato il compito di aprire le danze, proporrà suoni inattesi dallo stile free ed eccentrico, il tutto mescolato con una buona dose di musica elettronica coinvolgente. E infine Fango, l’artista veneziano di casa KOMPAKT, dopo aver suonato e spopolato con le sue produzioni suonate dai Big di tutto il mondo, da Dj Hell a Laurent Garnier, da DJ Tennis a Maceo Plex, per la prima volta in Sardegna, sul palco dell’Ironik, metterà a “nudo” il suo sound, chiudendo la nona edizione del Festival con un djset esagerato.

In collaborazione con Goethe Institute Berlin e Unione Europea, Ironik Lab, ospiterà quest’anno Emilo Urbay Zevallos, compositore e musicista, membro della band rock psichedelica LA CHICHARRA e collezionista di strumenti musicali ancestrali. L’artista peruviano, assieme all’attrice e regista tedesca Sonja Ortiz, presenterà la sua personale collezione di strumenti dell’America precolombiana, esibendosi in un live esclusivo. “Questo laboratorio – dichiarano i due artisti – serve a dare un idea del lavoro teatrale della musica ancestrale. Vogliamo connetterci con il patrimonio culturale, tradizionale e contemporaneo della Sardegna, conoscere le somiglianze e le differenze, confrontando il nostro lavoro performativo come gruppo interculturale interdisciplinare nello spazio urbano di Berlino”.

Durante il giorno sarà possibile effettuare visite guidate al Museo, al Pozzo Sacro e al Retablo di San Giorgio, a cura della cooperativa Sa Rundine e praticare Yoga all’interno dello storico giardino del MAP. Si potrà, inoltre, prenotare un’escursione con la Guida Ambientale Escursionistica Antonio Sotgiu, che, a partire dalle 19, vi guiderà alla scoperta dei sentieri anglonesi. Per tutta la durata del festival, negli spazi del museo, si potrà gustare ottimo cibo locale, i gelati artigianali della Gelateria Oriolos, il vino dell’azienda vitivinicola Deperu Holler e la birra artigianale del birrificio Canesciolto e passeggiare tra gli stand che esporranno artigianato, libri, collezionismo e tanto altro. Ampio spazio verrà dedicato ai bambini che potranno partecipare alle sessioni di yoga e divertirsi nell’area dedicata.

Ironik va in scena Ininterrottamente dal 2014 con musica inedita e di qualità, appassionando e stimolando un pubblico straordinario, che una volta all’anno fa dell’Anglona il centro della musica elettronica d’avanguardia. Essere all Ironik, l’evento multiculturale nato sulle ceneri del collettivo del Pik Nik Electronik, significa vivere lo stato dell’arte e della musica con le più svariate sfaccettature. Ironik festival viene realizzato dall’Associazione Culturale Sonos&Sounds, che opera nell’organizzazione di iniziative di carattere culturale e artistico ospitando negli anni i guru della musica elettronica mondiale: dai The Orb a President Bongo, da Howie B a Thomas Brinkmann solo per citarne alcuni, sino ad arrivare ai ritmi più esotici ed elettronici targati made in Sardinia con Saffronkeira, Arrogalla e Kabaret Maker.
Offrendo la competenza e l’esperienza guadagnate sul campo, Sonos & Sounds, favorisce l’incontro tra le varie realtà locali, con l’obiettivo di migliorare lo scambio e rafforzare il potenziale creativo che contraddistingue il nostro territorio, creando una rete che possa essere da supporto anche per le manifestazioni future. Tra queste: la cooperativa sa Rundine, che gestisce il MAP di Perfugas, Gal Anglona, il Comune di Perfugas, la Cooperativa Pastori Perfughesi, la Proloco, Goethe Institute Berlin, Ethnos Festival Letterario e per finire il Museo Nivola di Orani che, sabato 10 giugno, ospiterà la data OFF dell’IRONIK, per chiudere in bellezza il festival.

Info e prenotazioni:

MAP: Museo Archeologico e Paleobotanico,

Via Sauro 2, Perfugas (SS)

+39 349 7777103


Condividi:


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi