Domenica 26 Maggio, aggiornato alle 10:25

VIDEO – Pietro Sartore e Gabriella Esposito alla Merenderia: una situazione allucinante. Tabelloni pericolanti, qualcuno ci bivacca

VIDEO – Pietro Sartore e Gabriella Esposito alla Merenderia: una situazione allucinante. Tabelloni pericolanti, qualcuno ci bivacca

“Oggi siamo tornati alla Merenderia e lo abbiamo fatto perché sollecitati da genitori preoccupatissimi”, afferma Pietro Sartore in un video che ricapita in redazione. “Una situazione disastrata per i canestri, i tabelloni nel campo di basket. I ragazzi visto che il è campo disponibile ci vengono a giocare, però è inutile negare che siano pericolanti. Si sono staccati, dissaldati nella parte in ferro, una cosa segnalata più volte ma nessuno è intervenuto. Il paradosso dei paradossi, è stato che sono dovuti intervenire dei genitori che con delle fascette di fortuna  hanno messo in sicurezza un tabellone che diversamente poteva diventare un grande pericolo. Chiediamo che si intervenga al più presto –  conclude Pietro Sartore –

“La merendina è sempre più allo sbando -afferma Gabriella Esposito-  nostro malgrado abbiamo fatto delle scoperte allucinanti. Gli spazi sono quelli al chiuso e sono in uno stato pietoso, vetrate rotte, legni che rivestono la struttura irrimediabilmente compromessi. Ma la cosa più scioccante è l’immagine che vedrete e parla da sola, è quello che sta succedendo nella parte superiore, nella terrazza che si accede per il tramite delle scale,  che non sono state interdette, per cui la sopra ci sono materassi, vetri rotti, qualcuno che evidentemente ci bivacca. Un luogo di degrado e questa è la Merenderia nell’era Conoci. Qualcuno deve rispondere di questo alla collettività e ai cittadini e non solo” conclude Gabriella Esposito

 


Condividi:


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi