Sabato 13 Aprile, aggiornato alle 19:04

Agevolazioni per i contribuenti algheresi. Lo ha deciso il Consiglio comunale

Agevolazioni per i contribuenti algheresi. Lo ha deciso il Consiglio comunale

Il Consiglio Comunale, nella seduta di martedì 28 marzo, ha approvato due importanti atti in ambito tributario. Il “Regolamento per la definizione agevolata delle controversie tributarie riguardanti il Comune di Alghero” e “l’annullamento automatico dei debiti di importo residuo fino a mille euro, risultanti dai singoli carichi affidati agli agenti della riscossione dal 2000 al 2015”. Queste le due delibere votate positivamente dall’assemblea civica, che vanno incontro alle esigenze della cittadinanza. Atti predisposti dal competente assessorato alle Finanze e fortemente voluti da tutti i gruppi di maggioranza, così da allineare il comune di Alghero alle disposizioni inserite nella Legge di Bilancio.

La prima riguarda il Regolamento per la definizione delle controversie tributarie pendenti ai sensi dell’articolo 1 commi 186-221bis della legge 29/12/2022 nr.197. In particolare, il documento prevede che, entro il prossimo 30 giugno, il contribuente possa definire con il Comune la controversia pendente, usufruendo di una agevolazione ed evitando le controversie legali. Nei prossimi giorni sarà disponibile il modulo per effettuare l’intero pagamento (o la prima rata) entro il 30 giugno. “Si tratta di applicare diverse misure finalizzate alla definizione agevolata alle controversie attribuite alla giurisdizione tributaria in cui è parte il Comune o un suo ente strumentale – ha spiegato Giovanna Caria – all’interno di un regolamento reso più chiaro e comprensibile, così da rendere più agevole il procedimento andando incontro a tutti i contribuenti”.

A seguire è stata approvata la delibera riguardante l’annullamento delle cartelle entro i 1000 euro riguardanti gli agenti di riscossione precedenti a Secal e Step ed ancora in capo alla società Agenzia delle Entrate e Riscossioni. Nei primi giorni di febbraio di quest’anno, la Giunta Conoci, su proposta dell’assessora alle Finanze e al Bilancio, aveva già approvato una apposita delibera (la nr.11 del 27 gennaio) con la quale si era deciso di applicare lo stralcio parziale delle cartelle di basso importo, sotto i 1000 euro, adesso, col voto del Consiglio Comunale, c’è stata la possibilità di procedere con l’annullamento totale delle cartelle pendenti. Procedura che sarà automatica e non richiede alcuna istanza specifica da parte dei contribuenti. Si tratta di una precisa scelta del Comune di Alghero quella di sfruttare le possibilità della Legge di Bilancio a favore dei cittadini. La norma lasciava, infatti, un ampio margine di manovra ai singoli Comuni sull’applicazione o meno di questo provvedimento.

Parallelamente il Comune di Alghero, con un emendamento condiviso anche da altri municipi – sottolinea il sindaco Mario Conoci – si è fatto parte attiva nel richiedere al Governo, con determinazione, la possibilità di ristabilire l’equità fra tutti i contribuenti italiani, al fine di includere nella cosiddetta “Rottamazione quater” anche gli enti che in passato non hanno affidato la riscossione alla Agenzia delle Entrate. Fatto questo che permetterebbe di usufruire delle ulteriori novità introdotte dalla legge finanziaria, finalizzate a ridurre o cancellare i carichi fiscali affidati agli agenti della riscossione tra il 1° gennaio 2000 e il 30 giugno 2022 e che consente la loro estinzione con il solo versamento del capitale e delle spese.

Immagine di repertorio


Condividi:


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi