Martedì 23 Luglio, aggiornato alle 12:22

Salute Mentale e studenti: il Csm della Asl di Sassari entra nelle
scuole algheresi

Salute Mentale e studenti: il Csm della Asl di Sassari entra nelle<br>scuole algheresi

Sassari, 24 marzo 2023 – Oltre 400 ragazzi, 21 classi e cinque istituti 
scolastici coinvolti: sono questi i numeri del progetto terminato negli 
scorsi giorni ad Alghero e che ha visto i professionisti del Centro di 
Salute Mentale della Asl di Sassari interfacciarsi con i neo maggiorenni 
sul tema del benessere e del disagio psicologico e sulla promozione 
dell’intelligenza emotiva. 

Nell’ottica dell’integrazione tra i servizi sanitari e servizi 
scolastici del territorio, il Centro di Salute Mentale (Csm) di Alghero 
dall’inizio dell’anno ha avviato il progetto “Interventi di Promozione 
della Salute Mentale nelle scuole secondarie di secondo grado di 
Alghero”, dedicato ai ragazzi delle quinte classi dell’Istituto Tecnico 
Superiore Angelo Roth, il Liceo Scientifico Enrico Fermi, il Liceo 
Classico Giuseppe Manno, il Liceo Artistico F. Costantino e l’I.P. 
S.A.R. di Piazza Sulis di Alghero. 

L’interesse dei ragazzi si e’ concentrato maggiormente sull’acquisizione
di nozioni di Educazione Emotiva e Gestione della Rabbia, ma si e’ anche
parlato della promozione del benessere psicologico e della Salute
Mentale, di prevenzione del disagio psicologico e promozione
dell’intelligenza emotiva. “Un percorso in grado di fornire ai ragazzi
gli strumenti per affrontare al meglio la quotidianità verso un
miglioramento della consapevolezza emotiva e della gestione dei rapporti
sociali, personali e formali. Siamo passati dal riconoscimento delle
quattro emozioni, focalizzandoci principalmente su quella della rabbia e
sulle strategie per gestirla. Un’ottima opportunità di confronto per
poter fotografare le esigenze degli Istituti Scolastici e analizzare il
fabbisogno della nuova generazione, che sembra avere un effettivo
bisogno di iniziative simili, in grado di fornire loro gli strumenti per
agevolarli e accompagnarli nella loro crescita”, spiega Anna Maria
Ginanneschi, referente del Csm di Alghero, che con le Terapiste della
riabilitazione psichiatrica Marta Loi e Valeria Nacci ha portato avanti
il progetto nelle scuole algheresi


Condividi:


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi