Domenica 23 Giugno, aggiornato alle 11:14

VIDEO – Alberto Bamonti non arretra, sit in all’esterno dell’ Ospedale: è un sostegno al Presidio di Alghero, ai suoi operatori e vigileremo

VIDEO – Alberto Bamonti non arretra, sit in all’esterno dell’ Ospedale: è un sostegno al Presidio di Alghero, ai suoi operatori e vigileremo

Questa è una manifestazione pacifica, a sostegno del Presidio di Alghero e dei suoi operatori. E’ un momento in cui sentiamo il bisogno di stringerci attorno a coloro che ogni giorno e con grandi sacrifici personali difendono la nostra salute”, sono e parole di Alberto Bamonti, il Capogruppo in Consiglio Comunale dei Riformatori, che stamattina era all’esterno del Presidio Ospedaliero di Via Don Minzoni. Aveva dato la sua parola, e nonostante ieri, domenica,  fossero intercorse novità assolute, da parte della Asl, con rassicurazioni e garanzie sul futuro operativo del reparto di Chirurgia (LEGGI). Alberto Bamonti non è voluto mancare all’appuntamento, con coerenza e accompagnato da dirigenti e militanti del suo partito il sit in lo ha portato a compimento.

“Non siamo qui per alimentare inutili polemiche, sappiamo che questa situazione è frutto di politiche di taglio della spesa sanitaria da parte del Governi Centrali che negli anni si sono succeduti – ha affermato –
 siamo uniti nel difendere il nostro diritto primario alla salute, lo facciamo con grande dignità, esprimendo la nostra solidarietà agli operatori sanitari e manifestando la nostra piena contrarietà ai continui tagli e ridimensionamenti”. Parla guardando lo striscione affisso all’esterno dell’Ospedale che campeggia da tempo, quel “Grazie di cuore ai nostri medici” dice molto più di quanto si possa credere, e Bamonti lo fa con convinzione, sapendo che il momento è duro per tutti, per chi è chiamato a manifestare e da chi si deve difendere da attacchi ingenerosi.
“La salute è un bene fondamentale che ci appartiene, è un diritto di civiltà che nessuno può toglierci. Difendiamo il diritto di essere curati nel territorio in cui abitiamo! Siamo qui per difendere l’integrità del Presidio di Alghero e in modo particolare la dignità dei suoi dirigenti e di tutto il personale sanitario. Non dimenticheremo mai tutti i sacrifici che hanno fatto durante la recente pandemia in termini di sacrifici professionali e personali – afferma con tono deciso , per queste ragioni crediamo fermamente che le istituzioni sanitarie e i vertici regionali, siano già a lavoro per trovare una soluzione affinché si ricreino le condizioni ottimali per garantire la piena operatività della struttura.
Noi saremo qui, a vigilare e tenere sempre alta l’attenzione, senza mai indietreggiare di un passo – conclude il Capo Gruppo dei Riformatori.

E’ il risultato della sua coerenza si materializza nel saluto che tante persone gli indirizzano, può anche essere che era solo, come politico, all’esterno dell’Ospedale, ma il riscontro e il gradimento di un segnale inequivocabile è stato colto da molti concittadini.

 


Condividi:


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi