Domenica 14 Luglio, aggiornato alle 20:57

Anbi Sardegna celebra i cento anni dalla nascita della bonifica moderna con un grande evento a Cagliari

Anbi Sardegna celebra i cento anni dalla nascita della bonifica moderna con un grande evento a Cagliari

Anbi Sardegna celebra i cento anni dalla nascita della bonifica moderna con un grande evento.

Era il marzo del 1922, infatti, quando a San Donà di Piave si svolse il primo Congresso delle Bonifiche, un momento storico, ancora poco conosciuto, che pose le basi a livello nazionale della bonifica moderna.

Anche in Sardegna, grazie ai Consorzi di Bonifica, le paludi cominciarono a lasciare il posto ai campi coltivati, mentre nascevano insediamenti produttivi e nuovi centri abitati. L’acqua per irrigare, di fatto, ha cambiato la geografia del paesaggio, ridisegnando il territorio e dando impulso all’agricoltura.

Da allora tante cose sono cambiate ma i valori sono rimasti gli stessi e il compito dei Consorzi è ancora quello di proteggere, conservare e custodire questo patrimonio di competenze e saperi. I sette Consorzi di Bonifica della Sardegna lo stanno facendo con uno sguardo rivolto al futuro.

L’Anbi Sardegna, l’ente che rappresenta e tutela i Consorzi di Bonifica, intende dedicare una giornata di celebrazioni ricordando quel momento straordinario di cento anni fa, ma avendo ben chiaro l’orizzonte di un paese chiamato ad affrontare le nuove criticità causate dai cambiamenti climatici.

L’appuntamento è per mercoledì 1° marzo alle 10.30 al T-Hotel di Cagliari, per una occasione di confronto, aperto al contributo di studiosi ed esperti del settore.

<Sarà l’opportunità per un aperto e costruttivo confronto istituzionale su idee e proposte, – dice Gavino Zirattu, presidente di Anbi Sardegna – per un rinnovato ruolo dei Consorzi di Bonifica in campo energetico e ambientale>.


Condividi:


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi