Domenica 26 Maggio, aggiornato alle 10:25

Due arresti a Olmedo – Un latitante e suo fratello , avevano pistole perfettamente funzionanti

Due arresti a Olmedo – Un latitante e suo fratello , avevano pistole perfettamente funzionanti

In data odierna, la Polizia di Stato e precisamente personale della Squadra Mobile della Questura di Sassari ha dato attuazione all’ordine di esecuzione per la carcerazione, esteso in ambito internazionale emesso dalla Corte d’Appello di Firenze in relazione agli artt. 56 e 575 CP, resosi irreperibile, nei confronti di un uomo di 26 anni Patrizio  Iacono.

L’uomo è stato rintracciato dai poliziotti della Squadra Mobile all’interno di una pizzeria nell’abitato di Olmedo, nei pressi di Alghero (SS), in compagnia del fratello, con precedenti penali.

All’atto del rintraccio, il destinatario del provvedimento restrittivo ha fornito agli operatori false generalità, presentandosi con il nome del fratello minore. Posto che, sulla scorta delle indagini svolte per il rintraccio del ricercato, era noto che il giovane in questione si trova all’estero per motivi di studio, gli operatori hanno immediatamente comunicato al fermato di averlo riconosciuto.

Al momento del rintraccio l’uomo portava a tracolla un borsello, al cui interno è stata rinvenuta una pistola marca Beretta Cal. 7.65 con i segni distintivi cancellati, dotata di caricatore rifornito e perfettamente funzionante. Nello stesso contenitore, è stata rinvenuta anche la somma di 6000 euro circa in contanti che sono stati sottoposti a sequestro.Vistosi scoperto, il ricercato si è divincolato, opponendo resistenza, dandosi alla fuga a piedi per le vie limitrofe. Immediatamente inseguito, non ha ottemperato all’ordine di fermarsi ripetutamente impartitogli. Una volta raggiunto, l’uomo ha continuato ad opporre una strenua resistenza nel vano tentativo di sottrarsi alla cattura.

Nel corso dell’operazione è stato sottoposto a controllo anche il fratello, Dimitri,  e anche lui è stato trovato in possesso di un’arma con i segni distintivi cancellati. In questo caso si trattava di una pistola Sig Sauer cal. 45 con caricatore rifornito e inserito nell’arma, anche questa perfettamente efficiente. Anche quest’ultimo è stato trovato in possesso di denaro contante, per un ammontare di 500 euro circa, pure sottoposto a sequestro.

Posto che all’interno del borsello in uso al ricercato è stata rinvenuta la chiave di un’autovettura, localizzata nelle immediate vicinanze, nella quale è stata rinvenuta un’ulteriore pistola cal. 6.35, anche questa con caricatore inserito e rifornito e perfettamente funzionante.

Per quanto sopra, i due sono stati tratti in arresto per il reato di porto e detenzione in concorso di arma con segni distintivi cancellati. Per entrambi si è, inoltre, proceduto per il reato di ricettazione. Il solo ricercato è stato segnalato alla competente A.G. anche per il reato di resistenza a Pubblico Ufficiale.

Ovviamente, nei confronti del ricercato si è provveduto anche all’esecuzione del provvedimento restrittivo a suo nome.

Espletate le formalità di rito, i due arrestati sono stati condotti presso la casa circondariale G. Bacchiddu di Sassari – Bancali –  ove resteranno a disposizione della competente A.G.

Il provvedimento al quale si è dato attuazione nel corso della scorsa serata è scaturito a seguito di una condanna per il reato di tentato omicidio aggravato plurimo, riguarda Patrizio Iacono, fatti accaduti in Pisa il 10.02.2018.


Condividi:


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi