Martedì 23 Luglio, aggiornato alle 17:33

Cassa integrazione per dipendenti Aeroporto – OdG di Udc e Riformatori: chiedono al Sindaco di portare Sogeaal in Consiglio Comunale

Cassa integrazione per dipendenti Aeroporto – OdG di Udc e Riformatori: chiedono al Sindaco di portare Sogeaal in Consiglio Comunale

“E’ inaccettabile   le scelte della Società di gestione aeroportuale  Sogeaal, che ha deciso di utilizzare in maniera decisa e netta la sua forza con la paventata attuazione degli ammortizzatori sociali verso i suoi dipendenti. L’utilizzo della cassa integrazione o molto più probabilmente l’applicazione della casa di solidarietà che, in più, consentirebbe a Sogeaal ed F2I di alleggerire i costi in un orizzonte temporale più ampio rispetto alla cassa integrazione incongruente  e non giustificata di mettere in casa integrazione oltre 200 dipendenti. Non vorremmo, come anche già emerso in alcuni commenti di importanti rappresentanti del territorio, che la Sogeaal voglia cavalcare una generale condizione di smarrimento generalizzato e ancora di più presente nel Nord Ovest dell’Isola, per attuare delle scelte non adeguate, più privatistiche che pubbliche, e contrarie allo sviluppo e benessere di tutti, questo si legge fra l’altro in un Ordine del Giorno  dell’Udc, Rif.Sardi, Primo firmatario il consigliere comunale  Christian Mulas, indirizzato al Presidente del Consiglio Comunale, perchè il Sindaco  Conoco prenda impegni a salvaguardia dell’aeroporto di Alghero sia per quanto riguarda la continuità territoriale sia alla tutela dei dipendenti dell’aeroporto stesso,  e proceda :

  • a convocare con urgenza un consiglio comunale aperto, invitando i consiglieri Regionali del territorio, la società di gestione Sogeaal, tutte le categorie sindacali, le categorie e associazioni di impresa , Confcommercio , Confindustria , Federalberghi e Fipa.
  • a sensibilizzare e portare avanti una mobilitazione generale che coinvolga le Istituzioni nazionali, tutte le forze politiche, il mondo delle imprese e del lavoro, affinché venga garantito il supporto agli oltre 200 dipendenti della Società e al ruolo strategico dell’Aeroporto di Alghero nonché il fondamentale diritto alla mobilità dei sardi. I due esponenti politici di Udc e Riformatori Sardi vogliono portare in Consiglio Comunale gli atri principali di quest avicenda, per capire sino in fondo perchè un aeroporto in crescita nei transiti e negli utili,la Società di Gestione  stia pensando alla cassa integrazione per i suoi dipendenti, una incongruenza che non si capisce.

Vi propopniamo l’intera richiesta indirizzata al Presidente Salvaatore eal Sindaco Conoci:

Al Presidente del Consiglio Comunale di Alghero

Avv. Salvatore Reffaele

e p.c. Al Sig. Sindaco

Dr. Mario Conoci

Alghero 8 febbraio 2023

 

 

Ordine Del Giorno  Udc, Rif.SardiPrimo firmatario il consigliere comunale  Christian Mulas: sostegno alle azioni intraprese per garantire la continuità territoriale  e difendere i 230 posti di lavoro  presso l’aeroporto di Alghero.

A conclusione della discussione sulle “Problematiche concernenti la continuità territoriale” RAMMENTATO che l’aeroporto di Alghero è una infrastruttura strategica fondamentale per la Sardegna che necessita di un potenziamento, sia nei collegamenti nazionali che internazionali e che l’attuale situazione della gara per la continuità territoriale andata deserta, rischia di determinare il blocco dei collegamenti e che tale prospettiva sarebbe assolutamente inaccettabile;

DATO ATTO che i servizi di trasporto sulle rotte Alghero – Linate e Alghero – Fiumicino sono attualmente eserciti, in regime di accettazione senza esclusiva e senza compensazione (OSP aperto), dal vettore Italia Trasporto Aereo S.p.A. (ITA) che ha inizialmente presentato la suddetta accettazione per il periodo compreso dal 15 maggio 2022 fino al 14 maggio 2023;

DATO ATTO altresì che la suddetta compagnia lo scorso 17 agosto 2022 ha presentato formale rinuncia alla prosecuzione del servizio con preavviso di 6 mesi, in conformità a quanto previsto dalla vigente normativa e dall’art. 3.4.1 dell’Allegato tecnico al D.M. 466/2021;

CONSIDERATO che:

– conseguentemente a tale rinuncia, l’esercizio del servizio aereo di linea sulle rotte onerate Alghero

– Linate e Alghero – Roma Fiumicino e viceversa risulta quindi garantito dalla compagnia aerea ITA S.p.A., in regime di accettazione senza esclusiva e senza compensazione, fino al 16.02.2023;

– dal 17.02.2023 la suddetta Compagnia cesserà le attività di volo sulle rotte in oggetto e pertanto a decorrere da tale data il servizio aereo di linea onerato risulterà scoperto, con gravi conseguenze sulla connettività e sullo sviluppo economico sociale del territorio del Nord Ovest della Sardegna con la Penisola e gravi ripercussioni per la mobilità dei passeggeri, soprattutto residenti;

– è quindi risultato indispensabile adottare provvedimenti volti ad assicurare, senza soluzione di continuità, la prosecuzione dei servizi aerei onerati che garantiscano voli di linea adeguati regolari e continuativi sulle rotte Alghero – Linate e Alghero – Roma Fiumicino e viceversa;

DATO ATTO che:

 in considerazione di quanto sopra, l’Amministrazione regionale si è prontamente attivata per bandire ed espletare le procedure previste dalla normativa comunitaria, volte all’eventuale aggiudicazione delle rotte in argomento – in esclusiva e con compensazione – a decorrere dal 17 febbraio 2023 e fino al 26 ottobre 2024;

CONSIDERATO che:

– con nota prot. n.13923 del 05.09.2022 l’Assessorato ai Trasporti ha trasmesso al competente Ministero gli avvisi di gara da pubblicarsi sulla GUUE nonché gli atti di gara, corredati da tutti gli allegati, relativi alle procedure ad evidenza pubblica per l’assegnazione, in esclusiva e con compensazione, dei servizi aerei di linea fra gli aeroporti sardi e gli scali di Roma Fiumicino e Milano Linate per il periodo dal 17 febbraio 2023 al 26 ottobre 2024;

 

– il competente Ministero ha provveduto, con nota n. 29785 del 07.09.2022, ad inviare alla Rappresentanza Permanente d’Italia presso l’Unione europea, per il successivo inoltro alla Commissione europea, la documentazione necessaria per la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea degli avvisi di gara pubblica di cui all’art.17 paragrafo 4 del Regolamento (CE) n.1008/2008, inclusa quella per la rotta argomento;

– con Determinazioni Prot. n.16171 rep. n.637 e Prot. n.16169 rep. n.635 del 25.10.2022 con le quali

è stata indetta, tramite la piattaforma CAT Sardegna, ai sensi dell’art. 16 par. 9 e 10 e art. 17 del Regolamento (CE) 1008/2008, una gara aperta e sono stati approvati i relativi documenti, per l’affidamento dei servizi aerei onerati sulla rotta Alghero – Roma Fiumicino e viceversa e per la rotta Alghero – Linate per il periodo dal 17 febbraio 2023 al 26 ottobre 2024;

– le note informative delle gare relative alle rotte Alghero – Milano Linate e viceversa, Alghero – Roma Fiumicino e viceversa, sono state pubblicate nella Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea C 410 del 26.10.2022 e che il termine per la presentazione delle offerte relativo a ciascuna gara è stato fissato per le ore 13:00 del 27 dicembre 2022;

– sulle suddette rotte nessuna offerta è pervenuta sulla rotta Alghero – Roma Fiumicino e sulla rotta Alghero-Linate e viceversa e che pertanto la relativa procedura di gara, è andata deserta;

– l’Assessorato ai Trasporti ha prontamente informato il Ministero delle Infrastrutture e della mobilità sostenibili degli esiti delle suddette procedure di gara;

PRESO ATTO che ad esito delle procedure di gara andate deserte in riferimento all’aeroporto di Alghero, in data 4 gennaio 2023 si è tenuta apposita riunione con tutti gli Enti competenti ratione materiae (Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili, Ente Nazionale per l’Aviazione Civile e Rappresentanza Permanente d’Italia presso l’Unione europea), al fine di definire le ulteriori corrette procedure per l’individuazione di idoneo operatore che garantisca l’erogazione, senza soluzione di continuità, dei servizi di trasporto in oggetto successivamente alla data del 17 febbraio 2023;

RITENUTO quindi che tale lacuna normativa vada colmata attraverso il ricorso ai principi ermeneutici dell’analogia e dei principi generali dell’ordinamento;

CONSIDERATO  che:

 e Inaccettabile   le scelte della Società di gestione aeroportuale  Sogeaal, che ha deciso di utilizzare in maniera decisa e netta la sua forza con la paventata attuazione degli ammortizzatori sociali verso i suoi dipendenti. L’utilizzo della cassa integrazione o molto più probabilmente l’applicazione della casa di solidarietà che, in più, consentirebbe a Sogeaal ed F2I di alleggerire i costi in un orizzonte temporale più ampio rispetto alla cassa integrazione incongruente  e non giustificata di mettere in casa integrazione oltre 200 dipendenti. Non vorremmo, come anche già emerso in alcuni commenti di importanti rappresentanti del territorio, che la Sogeaal voglia cavalcare una generale condizione di smarrimento generalizzato e ancora di più presente nel Nord Ovest dell’Isola, per attuare delle scelte non adeguate, più privatistiche che pubbliche, e contrarie allo sviluppo e benessere di tutti.

 VISTO che:

la società Sogeaal, da oltre 3 anni la stessa società ha dichiarato utili importanti di bilancio e traffico in positivo, con più di 1.600,000 passeggeri transitati sullo scalo di Alghero. La stessa Società evidenzia che lo scalo di Alghero è cresciuto maggiormente in termini percentuali di passeggeri trasportati rispetto il 2019, segnando un + 10% rispetto il periodo pre pandemico, dunque uno dei risultati migliori registrati tra gli scali italiani e si presenta con numeri in crescita (+31,3 per cento) rispetto a gennaio 2019 (anno di riferimento pre-Covid).  Ed infatti, stando alle cifre, lo scalo della Riviera del corallo è arrivato nell’ultimo anno a toccare quasi un milione e 600mila passeggeri. Un successo evidente sulla coda della pandemia Covid. L’ottimo risultato registrato in presenze del 2022 è il secondo migliore dopo quello del 2015 che aveva sfiorato il milione e 800mila transiti.

Tutto ciò premesso,

impegna il Sindaco a salvaguardia dell’aeroporto di Alghero sia per quanto riguarda la continuità territoriale sia alla tutela dei dipendenti dell’aeroporto stesso:

– a convocare con urgenza un consiglio comunale aperto, invitando i consiglieri Regionali del territorio, la società di gestione Sogeaal, tutte le categorie sindacali, le categorie e associazioni di impresa , Confcommercio , Confindustria , Federalberghi e Fipa.

– a sensibilizzare e portare avanti una mobilitazione generale che coinvolga le Istituzioni nazionali, tutte le forze politiche, il mondo delle imprese e del lavoro, affinché venga garantito il supporto agli oltre 200 dipendenti della Società e al ruolo strategico dell’Aeroporto di Alghero nonché il fondamentale diritto alla mobilità dei sardi.

F.to  Christian Mulas consigliere comunale Udc

 

 

 

 

 

 


Condividi:


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi