Mercoledì 24 Aprile, aggiornato alle 21:38

“Raccontare il territorio. Oltre la sanità”, Seminario per Giornalisti a Tempio

“Raccontare il territorio. Oltre la sanità”, Seminario per Giornalisti a Tempio

Mercoledì prossimo 1° febbraio alle 14.00 , a Tempio, il seminario per i giornalisti “Raccontare il territorio. Oltre la sanità”

Il seminario “Raccontare il territorio. Oltre la sanita`”, organizzato dall’Ordine dei giornalisti della Sardegna con l’Agenzia Redattore Sociale e la Delegazione regionale Caritas Sardegna, in collaborazione con l’UCSI Sardegna, previsto per il 20 gennaio scorso e rinviato a causa del maltempo, si svolgerà mercoledì prossimo 1° febbraio 2023 dalle ore 14 alle 17 a Tempio Pausania nella sede del Municipio (piazza Gallura 3).Il tema dell’assistenza sanitaria nel nostro Paese e in Sardegna in particolare, costituisce da tempo argomento “da prima pagina” per i giornali e gli altri mezzi di comunicazione. Giornalisti specializzati e non, cronisti di “bianca” e, talvolta, anche di “nera” e “giudiziaria”, si occupano spessissimo di accadimenti legati al sistema sanitario. Ma un’informazione completa non può non tenere in considerazione il rapporto fondamentale tra sanità e territorio. Per approfondire questo aspetto, a Tempio Pausania nella sede del Municipio (piazza Gallura 3) si svolgerà il seminario “Raccontare il territorio. Oltre la sanità”, organizzato dall’Ordine dei giornalisti della Sardegna, dall’Agenzia Redattore Sociale e dalla Delegazione regionale Caritas Sardegna, in collaborazione con l’UCSI Sardegna. Si tratterà di un momento di riflessione e confronto – il primo promosso nell’ambito del ciclo di seminari formativi “Raccontare il territorio” – sull’attuale situazione sanitaria nella nostra regione, sulle criticità e sulle difficoltà vissute dai cittadini, a iniziare da quelli più fragili, ma anche sulle buone prassi in tema socio-sanitario presenti nel contesto locale. Ospedali, ambulatori, medici di base e specialistici sono presidi indispensabili che in alcune aree particolarmente disagiate rappresentano elementi fondamentali per evitare il fenomeno dello spopolamento e dell’impoverimento sociale. Situazioni, queste ultime che si verificano anche in misura preoccupante in vare regioni della Sardegna. Affrontare questi temi richiede da parte dei giornalisti una sensibilità particolare ed una raccolta di dati, di testimonianze e di storie che consenta di rappresentare in maniera corretta situazioni difficili di disagio, soprattutto per i soggetti più deboli (anziani, disabili, minori, ecc). E’ necessaria da parte di chi affronta giornalisticamente questi problemi non solo la conoscenza degli stessi, ma anche la sensibilità di individuare le necessità e le situazioni sociali che le determinano. Dopo l’introduzione del presidente dell’ODG Sardegna Francesco Birocchi, che coordinerà i lavori, ci saranno i saluti della referente comunicazione Caritas Sardegna Maria Chiara Cugusi e del presidente dell’UCSI Sardegna Andrea Pala; a seguire, gli interventi di: Stefano Caredda, direttore Agenzia Redattore sociale; Gianni Addis, sindaco di Tempio Pausania; Giorgio Chiarelli, medico chirurgo ospedale “Paolo Dettori” di Tempio Pausania; Giuseppe Satta, medico di medicina generale Tempio Pausania; Giampiero Deiana, coordinatore Ambulatorio solidale “Mons. Giovanni Maria Pittorru” – Caritas diocesana Tempio-Ampurias; Liana Serafino, psicoterapeuta Centro polispecialistico “Forma la Mente”; Luciana Brundu rappresentante dell’associazione “Shalom”. Infine, un momento di confronto e dibattito.
I giornalisti che parteciperanno avranno diritto a tre crediti formativi.


Condividi:


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi