Sabato 28 Gennaio, aggiornato alle 22:50

Manovra Finanziaria 2023. Marco Tedde (Fi): una manovra proietta la Sardegna verso il futuro

Manovra Finanziaria 2023. Marco Tedde (Fi): una manovra proietta la Sardegna verso il futuro

Cagliari, 25 gennaio 2023 – Di seguito un comunicato dove si  riassume il mio intervento in sede di discussione generale sulla manovra di bilancio 2023 nella seduta del 24 gennai”, sono le affermazioni di Marco Tedde Consigliere Regionale di Forza Italia, che scrive:

 “Dopo le prime due manovre finanziarie del 2020 e del 2021, esclusivamente “difensive”, e quella del 2022 che ha iniziato a mettere in campo azioni per la crescita, la  legge di stabilità 2023 con grande coraggio e nonostante la ridotta capacità di manovra proietta la Sardegna verso il futuro. Ma a conclusione della crisi pandemica stimoliamo la Giunta ad affrontare le altre questioni irrisolte e a mantenere i patti con i sardi-. Questa è la sintesi dell’intervento dell’on. Marco Tedde durante la discussione della legge di stabilità del 2023, della quale ieri il Consiglio regionale ha iniziato la discussione. Alle critiche dell’opposizione l’ex sindaco di Alghero ha risposto osservando che “la minoranza fa il suo mestiere”, in un gioco delle parti legittimo e doveroso in democrazia.

Ma secondo Tedde questa legge di stabilità contribuirà a farci uscire da questo scenario terrificante e senza precedenti mai vissuto dal mondo occidentale da 70 anni a questa parte. Pandemia, guerra in Ucraina, aumento costi dell’energia e inflazione all’11,8% hanno creato una congiuntura economica – sociale in Sardegna mai vista negli ultimi 75 anni. Tedde ha evidenziato che la legge in discussione, pur nella ristrettezza della massa finanziaria manovrabile, prevede significativi interventi in tema di sostegno alle imprese, politiche attive nel lavoro, costi dell’energia, contributi a famiglie e imprese e tutela del territori e lotta allo spopolamento, ricerca, investimenti delle imprese artigiane.

Nei fatti –secondo l’esponente politico-  lo stesso Consiglio delle Autonomie Locali s’è espresso positivamente sulla manovra. Questo non vuol dire che tutto va bene, ha spiegato in modo inedito il consigliere, ed anzi “mi aspetto dal Governo regionale e dalla maggioranza decisioni coerenti con gli impegni assunti a suo tempo in campagna elettorale: riforma enti locali, città metropolitana di Sassari, legge urbanistica, piano casa, edilizia ospedaliera, spendita dei fondi ministeriali per l’edilizia ospedaliera, Ppr (non ultimo in ordine di importanza) che ha necessità di una revisione profonda da avviare in co-pianificazione con il ministero, continuità territoriale e trasporti, strada Sassari – Alghero”.

Uscendo dall’asfittico  rituale politico Tedde ha sottolineato con forza che il compito dei consiglieri di maggioranza non sia quello di appiattirsi in atteggiamento plaudente verso qualsiasi azione del Governo regionale. “Anche noi consiglieri di maggioranza abbiamo il dovere di stimolare un complessivo rilancio dell’azione di governo. Indicando percorsi politico – amministrativi, focalizzando l’attenzione sulle incompiute e indicando alla Giunta gli obbiettivi programmatici da realizzare. Non dobbiamo farci “ingessare” da vuote logiche di schieramento. Ed è questo il compito che mi sto impegnando a svolgere fin dal mio ingresso in Consiglio regionale, nell’interesse della Sardegna e dei sardi –chiude Tedde-.


Condividi:


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi