Lunedì 30 Gennaio, aggiornato alle 22:40

VIDEO – Scuola di formazione “Progetto Città” 2023, per Alghero è una ricchezza, un modello da esportare

VIDEO – Scuola di formazione “Progetto Città” 2023,  per Alghero è una ricchezza, un modello da esportare

Ancora una Alghero, con i suoi intuiti, riesce ad essere una città che offre modelli di primissimo livello, da replicare, nel campo dell’offerta formativa indirizzata alle giovani generazioni. Studenti, universitari ma anche semplici cittadini possono aderire al Progetto della scuola di Formazione organizzata dall’Associazione Maestrale di Alghero, che ha in Mario Bruno, un autentico motore, capace di catalizzare l’attenzione di giovani, vogliosi di apprendere, di ascoltare e soprattutto di proporsi, in una ottica futura di creazione di progettualità e impresa. Un percorso di crescita che va oltre l’offerta formativa scolastica, la integra ed aggiunge elementi che la scuola, da sola,  non sarebbe in grado di fornire. E’ indirizzato ai giovani delle scuole superiori cittadine, con gli insegnanti, i dirigenti scolastici che hanno aderito con entusiasmo all’iniziativa.

Ieri mattina negli uffici del Sindaco di Alghero in Piazza Porta Terra,c’è stata la conferenza stampa di presentazione della scuola di formazione “Progetto Città” 2023. Erano  presenti il Sindaco di Alghero Mario Conoci, l’Amministratore Straordinario della Provincia di Sassari Pietro Fois, il fondatore della scuola di formazione Mario Bruno, i dirigenti scolastici degli istituti superiori cittadini, associate, tutor e  partner del progetto che fa capo all’Associazione Culturale Maestrale di Alghero.

L’edizione appena conclusa della scuola 2022 ha visto 81 iscritti, 14 lezioni frontali, visite guidate nelle imprese principali del territorio, stage nelle aziende e nel Parlamento Europeo a Bruxelles, momenti laboratoriali di gruppo e una fase di accompagnamento personalizzato per la creazione d’impresa.

Quest’anno la formula sarà ancora più interattiva, riservata non solo alla creazione d’impresa, ma al sociale, al patrimonio culturale e ambientale, al volontariato e alla cittadinanza attiva.

I partner dell’Associazione Maestrale, lo ha ribadito il fondatore  Mario Bruno, sono tutti di prim’ordine, a partire dalla Fondazione di Sardegna che finanzia l’iniziativa, Comune di Alghero, Provincia di Sassari, Fondazione Alghero, Focus Europe, Banco di Sardegna, ANCE, Nobento, Associazione Teen Hub, Azienda Agrituristica Sa Mandra e Oleificio San Giuliano. I partner contribuiranno anche con visite-stage, insieme alle imprese Sella&Mosca, Cantina Santa Maria La Palma e Antonio Marras, alle realtà del volontariato come Caritas e Laboratorio delle strategie, alle realtà istituzionali come la Camera di Commercio, la Fondazione Alghero e il Parco di Porto Conte. Molto importanti e graditi anche gli apporti dei partner tecnici come Theorema di Roma e di Aspal, l’agenzia sarda per le politiche attive del lavoro.

Giovedì 2 febbraio (dalle 10.30) al Cinema Miramare di Alghero saranno soprattutto i giovani a raccontare la loro esperienza e proporla ad altri ragazzi, ed hanno dato la loro adesione i due istituti superiori che garantiranno la presenza con alunni e docenti.


Condividi:


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi