Sabato 28 Gennaio, aggiornato alle 22:50

VIDEO – Monica Pulina da voce all’ASS e chiede all’Assessore alla Sanità Carlo Doria un ambulatorio dedicato per pazienti stomizzati

VIDEO – Monica Pulina da voce all’ASS e chiede all’Assessore alla Sanità Carlo Doria un ambulatorio dedicato per pazienti stomizzati

A margine dell’intervento in Commissione Sanità ieri ad Alghero, nella Sala Conferenze del Quarter, dell’Assessore alla Sanità Carlo Doria, la Consigliera Comunale Monica Pulina ha fatto un intervento chiedendo  conto sulla possibilità di creare in città un ambulatorio dedicato ai pazienti stomizzati ( Guarda il Video). Ecco le parole di Monica Pulina :

Recentemente sono stata contattata dal Presidente dell’Associazione Sarda Stomizzati ODV ,il sig Loreto Ciappeddu, che ho fatto conoscere al sindaco. Da tempo sono impegnata nel mondo associativo e nel volontariato, oltre che essere stata recentemente nominata responsabile regionale del Terzo Settore e delle dipendenze, dal partito FdI , del quale ricopro il ruolo di capogruppo in seno al Consiglio Comunale , non mi sono voluta sottrarre a questa richiesta. L’ associazione stomizzati, sta interloquendo con le amministrazioni comunali del territorio per sensibilizzare gli amministratori sul problema che vivono i tanti portatori di stomia, per la mancanza di strutture a loro dedicate.

L’associazione – prosegue Monica Pulina –  ha come progetto l’allestimento di ambulatori dedicati in cui i pazienti possano trovare supporto fisico e psicologico con l’ausilio di figure professionali quali Stomaterapisti , specialisti in campo chirurgico, urologico, proctologico e psicologico.

Mi farò portavoce di questa istanza con un ordine del giorno con il quale si chiede oltre all’istituzione di un ambulatorio dedicato, anche alla dotazione da parte dei titolari dei pubblici esercizi, quali bar ,ristoranti ecc…,di attrezzature e supporti di cui dotare i propri servizi igienici, in modo tale da poter garantire ai portatori di stomia, l’agevole cambio della sacca .

È necessario portare avanti l’idea di una città che si prende cura del prossimo e che sia attenta affinché tutti possano viverla in serenità. Tale necessità è legata all’alto numero di pazienti stomizzati, purtroppo in continua crescita. In Italia,sono 75.000, in Sardegna il numero di aggira intorno alle 2.500/3000 unità. Nella nostra città e nell’interland sono oltre 800. Si tratta per lo più di persone fragili, colpite dal tumore del colon retto, della vescica, Morbo di Crohn, Rettocolite ulcerosa. Si parla di “invalidità nascosta” e come tale spesso non riconosciuta come invalidante, ne dalle istituzioni ne dalla società. La mia sensibilità a tale problema – conclude Monica Pulina –  è legata alla mia professione, al mio ruolo nel terzo settore e al mio incarico politico, non sono abituata a girarmi dall’altra parte per questo oggi ho voluto formulare questa richiesta direttamente all’assessore regionale alla sanità Doria,in occasione della Commissione Consiliare”.

Un grande problema che impatta nella qualità della vita di queste persone, l’aver trovato il modo di rappresentare all’Assessore alla Sanità Carlo Doria, un tale tematica, restituisce un valida prospettiva per gli entero-stomizzati che potrebbero a breve contare su un ambulatorio dedicato anche nella nostra città. L’Assessore Dora ha recepito la richiesta e si è detto favorevole al suo accoglimento, spostando il focus della questio non  solo alla fase di assistenza di queste persone, ma allargando il campo sugli specialisti e le strutture a ciò deputate. L’istituzione di un ambulatorio dedicato agli stomizzati, sarebbe una buon punto di partenza per dare risposte a una categoria di persone, ad oggi lasciate sole nella gestione della loro patologia, con problematiche davvero complesse che investono sia la sfera affettiva che quella relazionale. E proprio l’obiettivo della ASS Odv ( Associazione Sarda Stomizzati) a in questa direzione, ovvero prevedere ambulatori dedicati in cui i pazienti possano trovare supporto fisico e psicologico con l’ausilio di figure professionali a ciò deputate, e prevedere una rete di ambulatori, corsi di formazione pe Care-Giver, compresa la consulenza sui diritti e accesso alle cure del paziente stomizzato.


Condividi:


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi