Venerdì 3 Febbraio, aggiornato alle 23:14

Grandi eventi ad Alghero- “Non siamo attrezzati, traffico, decoro e pulizia da migliorare per ambire ad altri livelli”

Grandi eventi ad Alghero- “Non siamo attrezzati, traffico, decoro e pulizia da migliorare per ambire ad altri livelli”

“Dopo i grandi fasti di Capodanno, che hanno visto (anche se non è una novità, dato che Alghero è pioniera in questo), la città invasa dai turisti per qualche giorno, ciò che appare evidente a tutti è che la nostra città non è attrezzata a gestire certi flussi turistici”, è l’inizio di una nota del Gruppo Consiliare del Pd di Alghero che prosegue:.

“Di ciò né abbiamo sofferto questa estate e ne abbiamo avuto la piena conferma in questi giorni: Traffico poco scorrevole, decoro da rivedere, pulizie ancora da completare dopo 4 giorni dal capodanno nonostante tutti gli sforzi degli operatori.
Queste e altre storture ci presentano una città che ancora è poco attrezzata, e non  in grado di gestire questo tipo di eventi.
Non basta la volontà degli amministratori di turno o dei vertici di Fondazione, c’è da migliorare tantissimo, ci sono da completare infrastrutture rimaste al palo da decenni se si vuole ambire a certi livelli, e se si vuole che la città e i suoi cittadini non soffrano troppo nei giorni di punta.
Il decoro deve essere garantito, la pulizia con le maestranze vanno intensificate nei giorni a cavallo degli eventi, e la viabilità va agevolata con l’utilizzo di tutti gli agenti di polizia locale.
Non si può fare leva unicamente nel buon senso e nella pazienza dei residenti.
Non parliamo poi del tema della sicurezza e dei controlli, anche su questo c’è tanto da fare.
La notte di Capodanno è stata esemplare, non è successo nulla per fortuna, ma sarebbe stato complicato se ci fossero state situazioni critiche.

Bene così, ma facciamo tesoro dell’esperienza vissuta e lavoriamo sul futuro se vogliamo raggiungere altri traguardi”, conclude la nota del ruppo Consiliare del Pd a firma del suo Capo Gruppo Mimmo Pirisi.

E le affermazioni dell’esponente politico trovano conferma nelle lamentele di chi alla fine del concerto della notte del 1° dell’anno è stato letteralmente inchiodato dentro una paralisi del traffico che ha interessato la città, lasciata al suo destino caotico e alla volontà delle persone presenti su strada. Gente costretta a lasciare la città solo alle 4,30 del mattino, colpa della mancata gestione del post evento, che ha trasformato tutta la città, in un gigantesco imbottigliamento, per la concomitante messa in moto di vetture e dipartita di decine di migliaia di persone.


Condividi:


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi