Sabato 28 Gennaio, aggiornato alle 14:45

“Viaggio verso le terre dei padri, fondatori di Fertilia. Tappa a Trieste, Istria, Venezia e Ferrara”

“Viaggio verso le terre dei padri, fondatori di Fertilia.  Tappa a Trieste, Istria, Venezia e Ferrara”

COMUNICATO STAMPA DELL’ASSOCIAZIONE EGEA
“Si è concluso un intenso viaggio verso le terre dei padri, fondatori di Fertilia, sulle rotte del leone di San Marco, diretti verso Trieste, l’Istria, Venezia e Ferrara.
Una missione che ha rappresentato una importantissima occasione per fare conoscere il nostro Ecomuseo, ma soprattutto per costruire insieme nuovi progetti e per riunire i fili della nostra storia.
Dapprima ci siamo recati a Trieste per una visita a Magazzino 18, tra le masserizie degli esuli, per accompagnare una delegazione di 140 rappresentanti dell’ANACI (Associazione Nazionale
Amministratori Immobiliari), provenienti da tutte le regioni italiane.
Quindi in Istria, grazie alla disponibilità ed all’amicizia di Paolo Demarin, Presidente della Comunità Italiana di Sissano, abbiamo incontrato le maggiori Istituzioni Italiane d’oltre confine.
Abbiamo potuto conoscere Davide Bradanini, Console Generale d’Italia a Fiume, Emilio Fatovic e Fabrizio Somma, rispettivamente Presidente e Segretario Generale dell’Università Popolare di Trieste, Jessica Acquaviva, Vice Presidente Italiana della Regione Istriana, quindi Maurizio Tremul, Presidente dell’Unione Italiana, massimo organismo di rappresentanza della Comunità Nazionale Italiana in
Croazia e Slovenia.
Abbiamo quindi incontrato Marin Corva, Presidente della Giunta Esecutiva dello stesso organismo di cui Paolo Demarin è Presidente dell’assemblea.
Tante le Città visitate tra cui Sissano, Rovigno, Torre-Abrega, Orsera, Parenzo, Pirano e Porto Rose. Molti anche i rappresentanti di queste Comunità con cui abbiamo stretto importanti relazioni, tracuiViviana Benussi e Cinzia Ivancic, rispettivamente Presidente e Segretaria della Comunità Italiana di Rovigno, Ugo Musizza vicesindaco italiano della Città di Parenzo, Gaetano Benčić vicesindaco italiano del Comune di Torre – Abrega, Bruno Cergnul vicesindaco italiano della Città di Pola e Roberta Stojnić presidente della Comunità degli Italiani di Torre.

In tale occasione il Presidente Demarin ha voluto donare alla nostra delegazione la bandiera della Regione Istriana in segno di amicizia, per sancire la comune volontà di Tenere accesa una Luce
sulla Memoria e di Riunire i Fili della nostra Storia.
Altro momento di grande emozione lo abbiamo vissuto a Venezia, Città nella quale, grazie alla fraterna disponibilità del Prof. Davide Rossi, uno dei massimi esponenti del mondo degli esuli in Italia e docente dell’Università di Trieste, abbiamo incontrato il Presidente del Consiglio Regionale del Veneto Roberto Ciambetti.
Durante l’incontro, che si è tenuto nella incantevole sede istituzionale del Consiglio in Palazzo Ferro Fini sulle rive del Canal Grande, il Presidente Ciambetti ha sottolineato le comuni radici, simboleggiate dal Leone Marciano di Fertilia, che peraltro è il più a Occidente di tutto il Mediterraneo e nel mondo.
Il Presidente ha quindi voluto conferire telefonicamente con il Presidente del Consiglio Regionale della nostra Sardegna Michele Pais, da sempre attento alle iniziative culturali dell’associazione EGEA, per esprimere il suo plauso per le iniziative portate avanti dall’associazione Egea.
L’incontro è stato propizio per porre le basi per una collaborazione che partirà dalla presenza di Fertilia alla Regata Storica di Venezia nel prossimo mese di settembre, un’occasione unica per fare conoscere al mondo Fertilia ed il suo territorio.
Ultima tappa del viaggio è stata poi Ferrara, luogo d’origine di grande parte della comunità dell’agro di Fertilia, che sarà tappa, nel prossimo autunno, di un importante evento itinerante che porterà
Fertiliae Domus Omnium sulle Rotte del Leone per un ritorno alle terre dei padri.
Nell’incontro con il Presidente della Camera di Commercio Paolo Govoni è emersa la volontà di costruire un percorso di riunificazione delle due comunità per costruire insieme importanti progetti per il futuro”, conclude la nota stampa.


Condividi:


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi